InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
Fondazione Terzo Pilastro
IL MASTER GERENZA CONTATTI

Terremoto in campo

Calcio Napoli in crisi
I commenti dei vip


"Non vogliamo essere presi in giro. La mancanza di chiarezza verso i tifosi è forse l'aspetto più grave." Lo scrittore napoletano Maurizio De Giovanni

rivela a Il Mattino la sua delusione.

Il Calcio Napoli trema. Sono ore sofferte sia per i supporter che per la società. La città è paralizzata dal recente ammutinamento dei giocatori che, dopo il pareggio di martedì sera contro il Salisburgo, hanno deciso di non rispettare il ritiro forzato della società.

Sono giorni particolari, però, anche per altri motivi, come sottolinea il papà del Commissario Ricciardi, che ha fatto subito un confronto: "Leggiamo sui giornali di 10mila persone che rischiano di perdere il lavoro all'Ilva di Taranto, di centinaia di famiglie della Whirlpool: vedere i giocatori rifiutare due giorni di ritiro significa che non capiscono quanto siano fortunati."

Una posizione non condivisa da tutti. Proprio un operaio della Whirlpool, Vincenzo Accurso, su Il Corriere del Mezzogiorno ribalta la situazione spalleggiando la protesta dei giocatori: "Anche i calciatori del Napoli si stanno ribellando dinanzi alla mancanza di rispetto delle regole. In fondo siamo accomunati da una stessa battaglia."

Ed è proprio sulle regole che ci si scontra. Ora la società annuncia multe contro i rivoltosi, ma restano ancora aperti molti interrogativi riguardo alle responsabilità. C'è chi dice che sia tutta colpa di Ancelotti, per essersi dissociato dal ritiro imposto dal club, e chi, invece, critica l'atteggiamento di De Laurentiis. "Spende poco e parla molto": questi i commenti degli utenti sul web.

Per il prefetto Bruno Frattasi, grande esperto di calcio, la questione è più complicata del previsto, ma su Il Mattino punta il dito contro uno dei protagonisti: "Certamente l'elemento più grave va ricercato nell'atteggiamento dei calciatori del Napoli. Non può essere tollerato questo comportamento, soprattutto quando intercorre un rapporto professionale tra una società e i tesserati-dipendenti."

La crisi è stata innescata, ora ci si chiede quando tornerà il sereno sul San Paolo.

Titti Pentangelo

[7.11.2019 - 13:55]



Email Stampa Facebook Twitter Reddit LinkedIn Pinterest Mix Tumblr Bufferapp




RSS

© 2003/19 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa Napoli · P.Iva 03375800632 · Versione 4.1 · Privacy
Conforme agli standard XHTML 1.0 · CSS 3 · RSS 2.0