InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
Fondazione Terzo Pilastro
IL MASTER GERENZA CONTATTI

'Ndrangheta

Colpo al clan Bellocco
Quarantacinque arresti


Il mercato della cocaina, gestito dal clan Bellocco, da oggi è un po' più debole. A dare una spallata alla cosca operativa a Rosarno, la Guardia di Finanza, che, questa notte, ha arrestato quarantacinque persone affiliate alla potente famiglia calabrese.

Per tutti le accuse sono di associazione mafiosa, traffico internazionale di stupefacenti, detenzione di armi e rapine aggravate dall'uso di "metodo mafioso". La Guardia di Finanza ha sequestrato anche quattrocento chili di cocaina, quarantacinque di hashish, fucili semiautomatici e anche un kalashnikov. Ulteriori blitz sono in corso tra Lazio, Lombardia ed Emilia Romagna.

Radicato nella Piana di Gioia Tauro, ma con agganci in America Latina, il clan Bellocco per gli inquirenti ha esteso le sue propaggini mafiose anche sul litorale romano, tra Anzio e Nettuno. È lì che uno dei giovani rampolli del clan aveva deciso di impiantare i suoi business criminali. Un errore, perché, nel frattempo, la polizia si era messa sulle sue tracce e su quelle della sua famiglia.

Il casato calabrese è attivo fin dagli anni Settanta, soprattutto nei circuiti d'elite delle 'ndrine, lì dove la 'ndrangheta si mischia con la massoneria, padrona di territori, appalti ed elezioni.

Michela Curcio

[29.11.2019 - 13:39]



Email Stampa Facebook Twitter Reddit LinkedIn Pinterest Mix Tumblr Bufferapp




RSS

© 2003/19 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa Napoli · P.Iva 03375800632 · Versione 4.1 · Privacy
Conforme agli standard XHTML 1.0 · CSS 3 · RSS 2.0