InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
Fondazione Terzo Pilastro
IL MASTER GERENZA CONTATTI

A Napoli

Cocciante suona a Palazzo San Giacomo
per il ritorno della sua "Notre Dame"


È uno degli spettacoli teatrali più longevo e di successo. Notre Dame de Paris torna a Napoli al Palapartenope dal 3 all'8 dicembre con il cast originale. Unica novità, annunciata stamattina alla presentazione a palazzo San Giacomo è la protagonista Esmeralda che sarà interpretata dall'albanese Elhaida Dani, ex concorrente di The Voice.

"Il punto di forza di questo progetto, che definirei opera moderna, è che non è stato pensato per essere commerciale. Punta tutto sulla forza dei personaggi e sulla loro diversità", ha raccontato Riccardo Cocciante stamattina. "Questa scelta si ripercuote anche nella location per la nuova tappa di Notre dame de Paris a Napoli. Il Palapartenope, infatti, dà il senso di vicinanza con il pubblico e con la popolarità".

Davanti a una sala gremita di giornalisti e curiosi, inoltre, il cantautore ha eseguito al pianoforte alcune canzoni di questo spettacolo: da il "Tempo delle cattedrali" simbolo dello show, al duetto con "Esmeralda" fino a "Margherita", cavallo di battaglia dell'artista che ha emozionato la sala ma anche il sindaco di Napoli Luigi de Magistris.

"Tornare in questa città -ha spiegato Cocciante- è sempre una grande emozione. È un luogo diverso, ricco di influenze e questo si evince anche nella musica, che passa da melodie tradizionali, allo swing, ma anche a suoni arabeggianti. È un grande punto di ispirazione".

Nelle varie repliche tenute in città da quando lo spettacolo è stato scritto, sono stati più di 130mila gli spettatori accorsi per vedere la tormentata storia d'amore fra Quasimodo (interpretato da Giò di Tonno) ed Esmeralda.

Uno show che si prepara all'ennesimo successo dovuto al talento degli interpreti e al grande intrattenimento che Notre Dame de Paris riesce a dare. Sul palco, infatti, si esibiranno anche trenta fra ballerini e breaker.

Una conferma che Napoli -come sottolineato dal neo assessore Eleonora De Majo- dopo Paul McCartey e Roger Waters sta dando il meglio di sé nel campo culturale.

Elvira Iadanza

[29.11.2019 - 14:17]



Email Stampa Facebook Twitter Reddit LinkedIn Pinterest Mix Tumblr Bufferapp




RSS

© 2003/19 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa Napoli · P.Iva 03375800632 · Versione 4.1 · Privacy
Conforme agli standard XHTML 1.0 · CSS 3 · RSS 2.0