InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
Fondazione Terzo Pilastro
IL MASTER GERENZA CONTATTI

Sanna Marin

La nuova premier Finlandese
è la più giovane al mondo


Ha fatto molto scalpore l'elezione di Sanna Marin. La nuova premier Finlandese è, con i suoi 34 anni, la più giovane al mondo a ricoprire questa carica.

Sul Mattino è Francesco Malfetano a raccontare la vicenda.

Sanna Marin prende il posto di Antii Rinne. Si insedierà ufficialmente la prossima settimana, dopo il voto del Parlamento. È già, però, anche se ancora virtualmente, a capo di una coalizione interamente al femminile. Anche le altre quattro forze politiche di centrosinistra, infatti, sono donne.

Al suo fianco nell'Eduskunta, il Parlamento finlandese, ci saranno le trentaduenni Li Andersson, Katri Kulmuni, e poi Maria Ohisalo di 34 anni e Anna-Maja Henriksson di 55.

La Marin ha commentato così la sua elezione: "Abbiamo ancora molto lavoro da fare per ricostruire la fiducia. Non ho mai pensato alla mia età o al mio genere, penso alle ragioni per cui sono entrata in politica e alle cose per le quali sono entrata in politica".

In realtà, per Marin non è la prima volta in un esecutivo: nel precedente governo era ministro dei Trasporti.

Sin dai suoi esordi in politica ha sposato tematiche ambientali e di uguaglianza di genere. La neo-premier non ha mai nascosto la sua infanzia vissuta in una famiglia arcobaleno, formata da due madri, e si è sempre impegnata per i diritti degli omosessuali.

Oggi è madre di una bambina di due anni avuta con il compagno Markus Raikkonen.

Sanna Marin è il volto di una rivoluzione rosa che in Finlandia è in atto da tempo. Il Paese si posiziona al quarto posto nel global Gender Gap Index (l'Italia è al 70esimo posto). E, già nel 1983, il 30% dei seggi parlamentari erano occupati da donne.

Nel programma della nuova premier sono previsti aumenti della spesa pubblica, occupazione e infrastrutture e l'azzeramento di emissione di anidride carbonica in Finlandia.

Secondo alcuni esperti, riporta il giornalista, il progressismo del nuovo governo è stato un preciso messaggio politico interno. L'ex premier Antii Rinne si è dimesso per aver gestito male lo sciopero dei dipendenti delle poste. Il nuovo esecutivo nascerebbe, quindi, per impedire al partito di destra di destra di prendere il potere.

La nuova coalizione guiderà fino alla fine dell'anno anche il Consiglio dell'Unione Europea.

Elvira Iadanza

[10.12.2019 - 13:06]



Email Stampa Facebook Twitter Reddit LinkedIn Pinterest Mix Tumblr Bufferapp




RSS

© 2003/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa Napoli · P.Iva 03375800632 · Versione 4.1 · Privacy
Conforme agli standard XHTML 1.0 · CSS 3 · RSS 2.0