InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
Fondazione Terzo Pilastro
IL MASTER GERENZA CONTATTI

Teatro Mercadante

Orgoglio e Pregiudizio
dal classico di Jane Austen


«Credo che la Jane Austen abbia un dono folgorante per i dialoghi» dice il regista Arturo Cirillo, spiegando perché, secondo lui, il grande classico di Jane Austen Orgoglio e Pregiudizio meriti un adattamento teatrale. Il regista e attore riporta in scena lo spettacolo al Mercadante di Napoli sul cui palcoscenico debuttò la scorsa estate.

Orgoglio e Pregiudizio andrà in scena dal 19 febbraio al 1 marzo, interpretato da Arturo Cirillo, Valentina Picello, Riccardo Buffonini, Alessandro De Santis, Rosario Giglio, Sara Putignano, Giacomo Vigentini e Giulia Trippetta.

Il regista ha spiegato anche di essere molto attratto dall'Ottocento e dal rapporto che c'è tra i grandi romanzi di quell'epoca e la scena.

Al Mercadante, quindi, si potranno ripercorrere le avventure di Elizabeth Bennett e delle sue sorelle, con i pudori, il turbamento, le insicurezze e, appunto, l'orgoglio e il pregiudizio.

Il regista si propone, con questa rappresentazione, di prestare particolare attenzione al mondo sociale, una società in cui ci si conosce danzando, ci si innamora conversando, ci si confida con la propria sorella perché i genitori sono, ognuno a suo modo, prigionieri del proprio narcisismo. Alla fine questo è un mondo che non è tanto diverso dal nostro. In aggiunta, a rendere perfetto un adattamento teatrale del classico di Jane Austen, è proprio il rapporto che la scrittrice inglese aveva con il teatro: «Si cala nei suoi personaggi/alter ego amandoli e prendendoli un po' in giro, magari standosene nascosta dietro una tenda ad osservarli, ridacchiando tra sé. Da dietro quella tenda, come nel buio di una quinta, celata agli sguardi altrui ma attenta a non farsi sfuggire nulla di ciò che accade, Jane Austen reinventa la realtà attraverso la sua rappresentazione, ma mai smettendo di essere vera. Come avviene in teatro»

Le scene sono di Dario Gessati, i costumi di Gianluca Falaschi, le luci di Camilla Piccioni, le musiche di Francesco De Melis. La produzione è del Teatro Stabile di Napoli-Teatro Nazionale e Marche Teatro.

Info e Orari www. teatrostabilenapoli.it

Biglietteria: tel. 081.5513396

Bianca Damato

[14.2.2020 - 17:37]



Email Stampa Facebook Twitter Reddit LinkedIn Pinterest Mix Tumblr Bufferapp




RSS

© 2003/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa Napoli · P.Iva 03375800632 · Versione 4.1 · Privacy
Conforme agli standard XHTML 1.0 · CSS 3 · RSS 2.0