InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
Fondazione Terzo Pilastro
IL MASTER GERENZA CONTATTI

Murale imbrattato

Il volto della Tarantina
rinasce ai Quartieri Spagnoli


I grandi occhi della Tarantina Taran dopo più di un anno tornano a guardare i Quartieri Spagnoli. Verrà re-inaugurata questo pomeriggio alle 18,30, fresca di restauro, l'opera d'arte urbana dedicata al celebre femminiello partenopeo, ispirata da una fotografia di Renato Esposito e realizzata dall'artista Vittorio Valiante al Palazzetto Urban di Montecalvario.

Vittima, a febbraio 2019, di un atto vandalico ad opera di ignoti che avevano imbrattato con vernice nera il volto della Tarantina accompagnandolo con la scritta "non è Napoli", il murale - sito in via Concezione a Montecalvario 26 - rappresenta il volto dello storico femminiello, al secolo Carmelo Cosma nato nel 1936 ad Avetrana ed arrivato a Napoli nel dopoguerra, all'eta di 12 anni.

All'iniziativa - organizzata dal Tavolo per la Creatività Urbana del Comune di Napoli, promossa dall'Assessorato alle Pari Opportunità e dall'Assessorato al Verde, alla Creatività Urbana e ai Beni Confiscati in sinergia con il Centro di Ateneo SInAPSi e la Dedalus cooperativa sociale - prenderà parte anche il sindaco Luigi de Magistris, presente anche alla prima inaugurazione dell'opera, e che ha sonoramente condannato l'atto vandalico definendolo «un fatto indegno e barbaro commesso da mani sporche di inciviltà ed antinapoletanità».

«Dal punto di vista tecnico il restauro è stato meno impegnativo del previsto», racconta Valiante. «Sono riuscito - aggiunge l'artista - a rimuovere il nero della bomboletta senza danneggiare troppo il lavoro sotto. Il disegno era ben leggibile e quindi il lavoro si è concentrato principalmente sul ripristino del colore e del modellato».

Per evitare ulteriori danneggiamenti verrà ricoperta da un pannello trasparente. «Purtroppo - confessa amaramente - sono quasi sicuro che tenteranno di imbrattarlo nuovamente, più che altro perché è molto semplice farlo. Per questo abbiamo deciso di complicargli la vita, così almeno ci penseranno due volte.. o almeno mi piace pensarla così».

Una nuova inaugurazione per ribadire nuovamente la «ferma volontà - dichiarano in una nota congiunta gli Assessori Menna e Felaco - dell'amministrazione, e non solo, di tutelare i diritti di tutte e di tutti, promuovendo una società più equa e inclusiva, il rispetto della persona in primis, prescindendo da qualsiasi dogma etero-normativo, dalla rigida visione binaria di genere, superando stereotipi e discriminazioni, soprattutto vuole celebrare una delle figure più rappresentative della cultura napoletana: o'femminéllo».

Il volto della Tarantina torna a rinascere nei Quartieri. «A me sinceramente - conclude Valiante - diverte questa nuova inaugurazione, in un certo senso è come se il murale avesse preso vita e ogni tanto ha bisogno delle sue dovute attenzioni».

Valentina Ersilia Matrascia

[25.6.2020 - 08:12]



Email Stampa Facebook Twitter Reddit LinkedIn Pinterest Mix Tumblr Bufferapp




RSS

© 2003/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa Napoli · P.Iva 03375800632 · Versione 4.2 · Privacy
Conforme agli standard XHTML 1.0 · CSS 3 · RSS 2.0