InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
Fondazione Terzo Pilastro
IL MASTER GERENZA CONTATTI

Anthony Hopkins

Il secondo, inaspettato, Oscar


"A 83 anni, davvero, non me lo aspettavo". Ha detto proprio così. E lo ha fatto da lontano. Dalla sua casa in Galles, dove legge copioni e dicono declami Shakespeare nei momenti d'ispirazione.

Anthony Hopkins, domenica notte, ha vinto il secondo Oscar come migliore attore protagonista. Ventinove anni dopo la straordinaria interpretazione de Il silenzio degli innocenti.

Ha trionfato con il drammatico The Father, la storia toccante di un uomo malato di demenza senile.

Nessuno, se non lui, avrebbe potuto attraversare nuovamente la linea d'ombra che divide il sorgere del sole da quel che resta del giorno tenendo per mano lo spettatore, commosso e ammirato.

E' un sipario difficile da varcare, perché svela la tristezza e il dramma in tempi tristi e drammatici.

Eppure, è un altro saggio di bravura. Novanta minuti di grande drammaturgia firmati Florian Zeller, regista e sceneggiatore.

Una storia. Una vita. Un uomo e il suo tempo disfatto. Sipario. Entra Sir Anthony Hopkins. E non c'è altro da scrivere.

Stefano Ciccarelli

[27.4.2021 - 21:50]



Email Stampa Facebook Twitter Reddit LinkedIn Pinterest Mix Tumblr Bufferapp




RSS

© 2003/21 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa Napoli · P.Iva 03375800632 · Versione 4.2 · Privacy
Conforme agli standard XHTML 1.0 · CSS 3 · RSS 2.0