InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
Fondazione Terzo Pilastro
IL MASTER GERENZA CONTATTI

Suor Orsola

Un'aula sarà dedicata
al giurista Giuseppe Tesauro


Via alle procedure per l'intestazione di un'aula del Dipartimento di Scienze giuridiche ed economiche dell'Università Suor Orsola Benincasa alla memoria del giurista Giuseppe Tesauro, deceduto ieri. L'aula sarà quella già intestata a suo padre, Alfonso Tesauro, che alla Camera fu il relatore della legge sul funzionamento della Corte Costituzionale. Giuseppe è stato allievo e docente dell'ateneo, aveva frequentato il Suor Orsola "sin dalla prima infanzia", ricorda il rettore Lucio d'Alessandro. Nel 2013 gli fu assegnato il premio dedicato agli ex allievi che si sono particolarmente distinti nella vita civile, sociale, politica o culturale del Paese e nel 2014, da presidente in carica della Corte Costituzionale, ha inaugurato l'anno accademico dell'Ateneo con una lezione magistrale su "Il dialogo della Corte Costituzionale italiana con le Corti europee". È stato tra i padri fondatori della facoltà di Giurisprudenza, insieme ad altri tre presidenti emeriti della Corte Costituzionale, Francesco Paolo Casavola, Gustavo Zagrebelsky e Paolo Grossi.

Il rettore, in un lungo messaggio di cordoglio, condiviso sui social, ricorda il suo impegno scrupoloso nei doveri morali e professionali e la sua apertura al sorriso e al dibattito. "Bepi", così gli amici lo chiamavano affettuosamente, è stato un esempio per gli studenti e per i colleghi, oltre che fondatore della scuola di Diritto Europeo, insegnante, uno dei vertici della Corte di Giustizia Europea e Presidente della Corte Costituzionale Italiana. "Sentiamo ora il dovere di segnalare il suo nome alle giovani generazioni di studenti e studiosi quale esempio al quale ispirarsi" conclude d'Alessandro.

Un cordoglio a cui si unisce il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca che parla a nome delle istituzioni regionali e lo definisce "uno dei più importanti giuristi italiani ed esponente della grande scuola del Diritto napoletano". E aggiunge: "Ha contribuito alla crescita culturale di Napoli, per ultimo come componente del consiglio d'indirizzo della Fondazione Teatro San Carlo". Anche il Presidente conclude sottolineando che "è stato un esempio e un punto di riferimento. Lascia un grande vuoto".

Cristina Somma

[8.7.2021 - 16:16]



Email Stampa Facebook Twitter Reddit LinkedIn Pinterest Mix Tumblr Bufferapp




RSS

© 2003/21 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa Napoli · P.Iva 03375800632 · Versione 4.2 · Privacy
Conforme agli standard XHTML 1.0 · CSS 3 · RSS 2.0