InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
Fondazione Terzo Pilastro
IL MASTER GERENZA CONTATTI

Nomine completate

I nuovi vertici della Rai
Presidente Marinella Soldi


Quorum superato. Con 29 voti su 40, la Vigilanza ha dato il via libera alla nomina del nuovo Presidente della Rai. Ne sarebbero bastati 27. Ma chi sono gli inquilini del 'settimo piano' più ambito, chiacchierato, privilegiato e politicizzato d'Italia? I "Magnifici Sette"

I vertici

Presidente Marinella Soldi, nata nel 1966 a Figline Valdarno, è un'economista

laureata alla London School of Economics. Ha alle spalle molta esperienza di management nel mondo dei Media sin dal 2000. Per cinque anni ha fatto parte di MTV Networks Europe, guidandone la divisione italiana. CEO, dal 2008 al 2018, di Discovery Network Southern Europe, di cui ha contribuito al consolidamento dell'offerta televisiva. E' il XXV presidente della Rai, quinta donna ad accomodarsi sulla prima poltrona di Viale Mazzini, dopo Letizia Moratti, Lucia

Annunziata, Anna Maria Tarantola e Monica Maggioni. Soldi succede a Marcello Foa.

Amministratore Delegato

E' l'incarico più ambito e gravido di responsabilità, perché i poteri di indirizzo e gestione sono enormi e segnano il destino della TV pubblica. Carlo Fuortes ha 62 anni ed è un economista e manager della cultura. Il suo incarico più prestigioso è stato quello di direttore dell'Auditorium Parco della Musica di Roma, che ha guidato con successo dal 2003 al 2015. Autore del rilancio del Teatro dell'Opera di Roma e della Fondazione Arena di Verona, da taluni giudicato 'miracoloso', il nuovo Amministratore Delegato si è costruito una solida reputazione di uomo di poche parole e molti fatti. Chiara l'intenzione del Governo di cercare spazi e format innovativi per i programmi di una TV pubblica da sottrarre alle logiche spartitorie dei partiti politici. Fuortes succede a Fabrizio Salini.

Il Consigliere 'sindacale'

Riccardo Laganà. Nato a Roma nel 1975, in Rai dal 1996, Laganà è il primo rappresentante dei dipendenti di Viale Mazzini nella storia dell'Azienda. La sua lunga attività sindacale è culminata, nel 2011, nell'istituzione della piattaforma "lndigneRAI", un punto di riferimento per i dipendenti: 12 mila lavoratori attivi in tutto il Paese tra sedi nazionali e regionali. Nel 2018, appena eletto, fu candidato alla presidenza, venendo bocciato dal Cda appena insediato.

i Consiglieri 'politici'

Due a Sinistra, due a Destra. Francesca Bria, romana, classe 1977, è un'economista specializzata in innovazione e

nuove tecnologie. Ha lungamente studiato lo sviluppo delle c.d. "città intelligenti" e gli strumenti di "democrazia digitale". E' stata eletta dalla Camera in "quota PD".

Simona Agnes, irpina, laureata in Giurisprudenza, esperta di comunicazione e presidente della Fondazione che porta il nome del padre Biagio, direttore generale Rai negli anni '80. Votata da Montecitorio su proposta del centrodestra.

"L'emozione è grande. Qui, Mio padre ha trascorso tutta la vita", ha dichiarato la Agnes all'Ansa dopo l'elezione.

Alessandro Di Majo, avvocato, civilista, 53 anni, si è laureato a La Sapienza di Roma con una tesi su diritto d'Autore e opera cinematografica. Esperto di diritto societario e fallimentare, insegna diritto sportivo ed è stato membro del Collegio di Garanzia del Coni. Scelto dal Senato su input M5S.

Igor De Biasio, 44 anni, consigliere Rai dal 2018. Laureato in Scienze Politiche, specializzato in marketing, De Biasio è un dirigente d'azienda. Oggi è amministratore delegato di Arexpo S.p.A., una società privata a maggioranza pubblica che gestisce gli spazi destinati ad Expo Milano 2015. Significative anche le esperienze in PHILIPS S.p.A. e MOLESKINE. La Lega si è spesa per la sua conferma, poi approvata da Palazzo Madama.

Stefano Ciccarelli

[21.7.2021 - 14:22]



Email Stampa Facebook Twitter Reddit LinkedIn Pinterest Mix Tumblr Bufferapp




RSS

© 2003/21 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa Napoli · P.Iva 03375800632 · Versione 4.2 · Privacy
Conforme agli standard XHTML 1.0 · CSS 3 · RSS 2.0