home
censimento
collezioni
ricerca
scheda di catalogazione
indice geografico
indice tematico
naturalistica
medico-farmaceutica
etno-antropologica
tecnico scientifica e industriale
agraria
altro
indice analitico
istituzioni scolastiche
istituzioni museali
risultati
statistiche
statistiche enti
statistiche collezioni
quadri riassuntivi
generale
enti
collezioni
il gruppo di lavoro
informazioni
crediti
guestbook
contattateci
 
 
Science Center - Città della Scienza
Via Coroglio, 104
80124 Via Coroglio, 104 (Napoli)

tel. 0817352260
fax
e-mail
sito web http://www.cittadellascienza.it

natura giuridica: Pubblico- Fondazione

responsabile: Presidente IDIS: Giuseppe Vittorio Silvestrini; Responsabile Museo: Luigi Amodio

fondato nel 1989
storia: Concepita allo scopo di promuovere iniziative d'interesse sociale nel campo della cultura scientifica, la fondazione IDIS, cui il Museo afferisce, è stata istituita a Napoli nel 1989 e riconosciuta dalla Regione Campania, con Decreto Presidenziale n. 6438, l'11 giugno 1993. Dal 1987, prima cioè dell'attuale denominazione, l'Istituto organizza a Napoli, presso la Mostra d'Oltremare, la mostra a carattere scientifico "Futuro Remoto". Nel 1993 presenta il Progetto nazionale di Città della Scienza e acquista, il 21 dicembre di quell'anno, l'intero pacchetto azionario di Federconsorzi. L'anno successivo, il 1994, riceve dal CIPE l'approvazione del progetto Città della Scienza e due anni più tardi, dopo aver ristrutturato una vecchia fabbrica, inaugura nei capannoni di quest'ultima il primo lotto del Museo vivo di Città della Scienza (16 ottobre 1996). La configurazione attuale del Museo è inaugurata il 23 novembre 2001.

Collezioni
Collezione dell'Istituto Padri Vincenziani - Science Center (Na)
Si tratta di strumenti scientifici del '900 utilizzati per esperimenti nel campo della meccanica (24 oggetti), della termodinamica (13), dell'ottica (18), dell'elettromagnetismo (51), dell'acustica (5).

Istituto tecnico industriale Vittorio Veneto - Science Center (Na)
Anche questa collezione risulta costituita da strumenti scientifici novecenteschi utilizzati per esperimenti nel campo della meccanica, della termodinamica, dell'ottica, dell'elettromagnetismo e dell'acustica.

Spazi espositivi
Gli strumenti sono esposti in vetrine chiuse collocate su percorsi interattivi.

superficie espositiva dedicata: 0 m2
superficie espositiva condivisa: 100 m2
superficie ad uso di deposito: 50 m2
Personale
dipendenti:
contrattisti: 1
volontari:
Apertura
apertura al pubblico: Si
orario di apertura: 9:00-18:00
costo del biglietto: intero €7
ingressi a pagamento:
ingressi gratuiti:
visita guidata: Si (su richiesta)
bookshop: Si
materiale informativo: No
Biblioteca, archivio storico, fototeca
volumi biblioteca: 0
documenti archivio: 0
numero immagini: 0
Laboratori
laboratorio didattico
Sono state riprodotte copie di alcuni strumenti che il pubblico può far funzionare.
Nuove tecnologie
utilizzo nuove tecnologie: No
Pubblicazioni (1998-2000)
studi e ricerche: 0
cataloghi e guide: 0
pubblicazioni informatiche: 1
Sito web, su cui è stata descritta la prima collezione, con fotografie e schede relative ad alcuni strumenti.

Annotazioni
persone intervistate: Laura Franchini
data compilazione: 10/10/2002
TOP
 
 
 
 
 
  Tutti i testi e i materiali sono liberamente riproducibili per fini scientifici e didattici previa citazione della fonte e comunicazione agli autori. Ogni altro utilizzo deve essere autorizzato dagli autori