home
censimento
collezioni
ricerca
scheda di catalogazione
indice geografico
indice tematico
naturalistica
medico-farmaceutica
etno-antropologica
tecnico scientifica e industriale
agraria
altro
indice analitico
istituzioni scolastiche
istituzioni museali
risultati
statistiche
statistiche enti
statistiche collezioni
quadri riassuntivi
generale
enti
collezioni
il gruppo di lavoro
informazioni
crediti
guestbook
contattateci
 
 
Museo Mineralogico Campano - Fondazione Discepolo
Via San Ciro, 2
80069 Via San Ciro, 2 (Napoli)

tel. 0818015668
fax 0818015668
e-mail mus-min-camp@katamail.com
sito web http://www.museomineralogicocampano.it

natura giuridica: Privato- Fondazione

responsabile: Pres. Fondazione: Bruno Discepolo; Dirett. Museo: Umberto Celentano

fondato nel 1992
storia: La Fondazione Discepolo, ente morale senza scopo di lucro, è sorta, nel gennaio 1992, dalla collaborazione tra l'ingegner Pasquale Discepolo e il Comune di Vico Equense. Essa si propone di promuovere - con specifico riferimento al territorio di Vico Equense, allla Penisola Sorrentina e alla Campania - lo studio e la divulgazione delle scienze naturali, fisiche e ambientali, e di incentivare la conoscenza e la fruizione delle risorse naturali, storiche, artistiche, antropologiche e architettoniche esistenti o esistite sul territorio. Il 22 ottobre del 1992 è stato inaugurato il Museo mineralogico campano, arricchito, dal marzo 1997, dalla sezione fossili. Il 20 marzo 1999 la Fondazione ha assegnato al dott. Philiph Currie, paleontologo canadese, il 1° premio scientifico "Capo d'Orlando" (località fossilifera di Vico Equense), premio che, diviso in quattro sezioni (scientifico, giornalistico, museale, divulgazione), è oggi giunto alla sua quarta edizione. Il 24 marzo 2001 è stata inaugurata nel Museo la sezione "Gemme", nata dalla donazione De Felice-Sbriziolo.

Collezioni
I fossili - Museo Mineralogico Campano (Na)
Vanta esemplari di rettili del Permiano (Mesosauro e Notosauro), uova di dinosauro e reperti di dinosauro donati da Currie. Inoltre echinodermi, lamellibranchi, gasteropodi, vegetali ecc., campioni rappresentativi dell'arco di tempo compreso tra l'era Paleozoica e la Quaternaria.

I minerali di Pasquale Discepolo - Museo Mineralogico Campano (Na)
Raccolta dall'ing. Discepolo, la collezione conta minerali di 1400 specie, rappresentanti tutte le 9 classi del mondo minerale, provenienti da tutto il mondo. Splendide le cristallizzazioni.

Le gemme De Felice-Sbriziolo - Museo Mineralogico Campano (Na)
Ospita i campioni donati dagli architetti, nonché coniugi, Ezio De Felice e Eirene Sbriziolo.

Spazi espositivi
3 sale e una saletta, quest'ultima per i minerali fluorescenti. Vetrine a parete e, nella sala centrale, anche in banchi orizzontali.

superficie espositiva dedicata: 145 m2
superficie espositiva condivisa: 20 m2
superficie ad uso di deposito: 15 m2
Personale
dipendenti: 1
contrattisti:
volontari: 4
Apertura
apertura al pubblico: Si
orario di apertura: Mar.-sab. 9:00-13:00; 17:00-20:00 (marzo/settembre); 9:00-13:00; 16:00-19:00 (ottobre-febbraio). Dom. e festivi: 9:00-13:00. Lun. chiuso.
costo del biglietto: intero €1,55
ingressi a pagamento: 2500
ingressi gratuiti: 250
visita guidata: Si (su richiesta)
bookshop: Si
materiale informativo: Si
Depliants, in varie lingue, riguardanti Museo e collezioni.
Biblioteca, archivio storico, fototeca
Cataloghi, libri e immagini in diapositiva.

volumi biblioteca: 70
documenti archivio: 0
numero immagini: 30
Laboratori
laboratorio didattico
Dispone di un microscopio adatto all'osservazione dei minerali, videocassette riguardanti scienze della terra, un computer fornito di CD-Rom.
Nuove tecnologie
utilizzo nuove tecnologie: Si
CD-Rom riguardante il Museco.
Pubblicazioni (1998-2000)
studi e ricerche: 0
cataloghi e guide: 1
pubblicazioni informatiche: 1
Annotazioni
Le fotografie sono qui pubblicate per gentile concessione dell'ente.
persone intervistate:
data compilazione: 12/10/2002
TOP
 
 

 
 
 
  Tutti i testi e i materiali sono liberamente riproducibili per fini scientifici e didattici previa citazione della fonte e comunicazione agli autori. Ogni altro utilizzo deve essere autorizzato dagli autori