home
censimento
collezioni
ricerca
scheda di catalogazione
indice geografico
indice tematico
naturalistica
medico-farmaceutica
etno-antropologica
tecnico scientifica e industriale
agraria
altro
indice analitico
istituzioni scolastiche
istituzioni museali
risultati
statistiche
statistiche enti
statistiche collezioni
quadri riassuntivi
generale
enti
collezioni
il gruppo di lavoro
informazioni
crediti
guestbook
contattateci
 
 
Museo Orazio Comes - Università di Napoli Federico II
Via Università, 100
80055 Via Università, 100 (Napoli)

tel. 0817754850
fax 0817760104
e-mail motti@unina.it
sito web http://www.ortobotanicoportici.unina.it

natura giuridica: Pubblico- Universitario

responsabile: Paolo Pizzolongo

fondato nel 1958
storia: Istituito per Decreto Ministeriale nel 1958, il Museo raccoglie le collezioni della Cattedra di Botanica, poi Istituto di Botanica, di quella Reale Scuola Superiore di Agricoltura di Portici che, fondata nel 1872 e ubicata nella Reggia di Portici, diverrà, a partire dall'anno accademico 1935-36, la Facoltà di Agraria dell'Università di Napoli. Primo docente della Cattedra di Botanica fu, fin dal 1872, Nicola Antonio Pedicino, che ricoprirà per cinque anni, oltre all'insegnamento di Botanica, pure quelli di Fisiologia Vegetale e di Patologia Vegetale. Fu proprio Pedicino a trasformare gli storici giardini della Reggia di Portici (costruita tra il 1738 e il 1742 per volere di Carlo III di Borbone su progetto dell'architetto romano Antonio Canevari) nel famoso Orto Botanico della Reale Scuola. Con il suo collaboratore e poi successore (dal 1877) Orazio Comes, cui sarà intitolato il futuro Museo, sistemò nel giardino più grande collezioni di piante perenni e adibì quello piccolo alla coltivazione di piante annuali e da studio. Al periodo "aureo" della direzione di Comes seguì, alla morte di questi (1913), una crisi dell'Istituto, legata pure alle note vicende belliche. Il rilancio avverrà, a partire dal 1923, ad opera di Giuseppe Lopriore ("prefetto" nel periodo 1924-28), di Alessandro Trotter (1928-32) e di Giuseppe Catalano (1932-47), la cui operà sarà però vanificata dagli eventi del secondo conflitto mondiale, alla fine del quale i pesanti mezzi bellici dell'esercito anglo-americano, di stanza proprio negli spazi della Reggia, devastarono in gran parte l'Orto. Quest'ultimo sarà risistemato nel dopoguerra per opera dei professori Valeria Mezzetti Bambacioni (1948-66) e del suo successore Paolo Pizzolongo.

Collezioni
Apparecchiature tecnico-scientifiche - Museo Orazio Comes (Na)
Si tratta di strumenti tecnici utilizzati nel secolo scorso dagli scienziati dell'Istituto per le loro osservazioni.

Droghe - Museo Orazio Comes (Na)
Si tratta di droghe, contenute in circa 200 barattoli, raccolte nella prima metà del '900.

Erbario Comes - Museo Orazio Comes (Na)
Materiale raccolto da Orazio Comes, tra il 1872 e il 1913, durante le sue ricerche e in qualità di "prefetto" dell'Istituto di Botanica. La collezione contiene la settecentesca raccolta Cirillo.

Erbario nuove accessioni - Museo Orazio Comes (Na)
Si tratta del materiale raccolto, a partire dagli anni Cinquanta, dai botanici Massimo Ricciardi, Edmondo Honsell, Paolo Pizzolongo e Renato Motti.

Erbario Ziccardi - Museo Orazio Comes (Na)
Reperti raccolti dal botanico Ziccardi, nella prima metà del '900, nel corso delle sue ricerche scientifiche.

Lichenoteca - Museo Orazio Comes (Na)
E' costituita da diverse raccolte di licheni, la più antica delle quali, relativa al XIX secolo, proviene dall'Orto Botanico di Napoli.

Stampe - Museo Orazio Comes (Na)
Collezione di stampe, riguardanti raffigurazioni botaniche, raccolte tra la fine dell'800 e la prima metà del '900 da vari studiosi dell'Istituto. Molte di esse sono di provenienza tedesca.

Xilotomoteca - Museo Orazio Comes (Na)
Reperti botanici inseriti su supporti di vetro a scopo di proiezione. I materiali sono relativi alla prima metà del '900.

Spazi espositivi
Smembrato in diverse sezioni, queste ultime collocate in varie parti della Facoltà, il Museo, che attualmente vanta solo superfici espositive condivise con altri servizi, è in attesa di una sistemazione definitiva nell'ambito della Reggia di Portici.

superficie espositiva dedicata: 0 m2
superficie espositiva condivisa: 200 m2
superficie ad uso di deposito: 0 m2
Personale
dipendenti: 4
contrattisti: 0
volontari: 0
Apertura
apertura al pubblico: Su richiesta
orario di apertura: Lun.-ven. 9:00-13:00
costo del biglietto: intero €0
ingressi a pagamento:
ingressi gratuiti:
visita guidata: Si (su richiesta)
bookshop: No
materiale informativo: No
Biblioteca, archivio storico, fototeca
Archivio relativo all'erbario

volumi biblioteca: 0
documenti archivio: 50
numero immagini: 0
Laboratori
Nuove tecnologie
utilizzo nuove tecnologie: Si
Catalogo informatizzato della Collezione nuove accessioni.
Pubblicazioni (1998-2000)
studi e ricerche: 0
cataloghi e guide: 0
pubblicazioni informatiche: 0
Annotazioni
E' stato di recente inserito nel Centro musei delle scienze naturali dell'Università Federico II di Napoli, diretto dalla Prof.ssa Maria Rosaria Ghiara. E' in attesa di una nuova sistemazione.
persone intervistate: Paolo Pizzolongo, Direttore dell'Istituto di Botanica generale e Sistematica della Facoltà di Agraria; Renato Motti, ricercatore.
data compilazione: 16/10/2002
TOP
 
 
 
 
 
  Tutti i testi e i materiali sono liberamente riproducibili per fini scientifici e didattici previa citazione della fonte e comunicazione agli autori. Ogni altro utilizzo deve essere autorizzato dagli autori