MOTORE DI RICERCA

ACCESSO STANZA VIRTUALE



            
Concorsi

Selezione pubblica, per titoli e colloquio, per il reclutamento di n. 4 ricercatori con rapporto di lavoro subordinato a tempo determinato, per la durata di anni tre, ai sensi dell'art. 24, comma 3, lett. a) della Legge n. 240/2010, finanziati con risorse del pon aim (pon ricerca e innovazione 2014-2020, - azione i.2. d.d. n.407 del 27 febbraio 2018 - "attraction and international mobility".

Art. 1
Selezioni pubbliche per titoli e colloquio

Presso questa Università sono indette le selezioni pubbliche, elencate nelle seguenti tabelle, per il reclutamento di complessivi n. 4 ricercatori a tempo determinato e a tempo pieno, mediante stipula di un contratto triennale di lavoro subordinato, ai sensi dell'art. 24, comma 3 tipologia a), finanziati con risorse del PON AIM (PON Ricerca e Innovazione 2014 - 2020 - Azione I.2 - D.D. n. 407 del 27 febbraio 2018 "Attraction and International Mobility") e suddivise secondo le seguenti Linee:
- LINEA 1 (Mobilità dei ricercatori) - Selezioni pubbliche per il reclutamento di n. 3 ricercatori a tempo determinato e a tempo pieno in possesso del titolo di dottore di ricerca conseguito da non più di quattro anni alla data del 27 febbraio 2018 (non prima del 27 febbraio 2014), da indirizzare alla mobilità internazionale, con previsione per ciascun contratto dello svolgimento di un periodo obbligatorio da 6 a 15 mesi di lavoro, anche non consecutivo, in uno o più Atenei/Enti di Ricerca al di fuori del territorio nazionale, incentrato sulla partecipazione alle attività tecnico-scientifiche relative a progetti/programmi di ricerca, presso i seguenti le seguenti Facoltà:

 
FACOLTÀ SC SSD N. POSTI
GIURISPRUDENZA 12/G1 - DIRITTO PENALE IUS/17 DIRITTO PENALE 1
LETTERE 10/I1 - LINGUE, LETTERATURE E CULTURE SPAGNOLA E ISPANOAMERICANE L-LIN/07 LINGUA E TRADUZIONE-LINGUA SPAGNOLA 1
SCIENZE DELLA FORMAZIONE 06/G1 - PEDIATRIA GENERALE, SPECIALISTICA E NEUROPSICHIATRIA INFANTILE MED/39-NEUROPSICHIATRIA INFANTILE 1

- LINEA 2 (Attrazione dei ricercatori) - Selezioni pubbliche per il reclutamento di n. 1 ricercatore a tempo determinato e a tempo pieno in possesso del titolo di dottore di ricerca conseguito da non più di otto anni alla data del 27 febbraio 2018 (non prima del 27 febbraio 2010), operanti presso atenei/enti di ricerca/imprese fuori dalle Regioni obiettivo del PON R&I 2014-2020 o anche all'estero, con esperienza almeno biennale presso tali strutture, riferibile: 2.1) alla partecipazione o alla conduzione tecnico-scientifica di programmi e/o progetti di ricerca, con la possibilità, per ciascun contratto, di un eventuale periodo da 6 a 15 mesi di ulteriore work experience, presso una o più istituzioni pubbliche italiane (ovunque ubicate nel territorio nazionale) o europee, incentrato sulla partecipazione alle attività tecnico-scientifiche relative a progetti/programmi di ricerca, presso la seguente Facoltà:

 
FACOLTÀ SC SSD N. POSTI
GIURISPRUDENZA 12/D1 - DIRITTO AMMINISTRATIVO IUS/10 DIRITTO AMMINISTRATIVO 1

Nelle schede allegate al presente bando, quale parte integrante dello stesso, sono contenute le seguenti informazioni (le schede possono essere visualizzate cliccando sul codice della selezione indicato nella suddetta tabella):
a) il numero dei posti messi a selezione;
b) il codice della selezione da indicare nella domanda di partecipazione;
c) l'Area disciplinare;
d) il settore concorsuale per cui la selezione è bandita;
e) il profilo, mediante indicazione di un settore scientifico-disciplinare (SSD);
f) il Dipartimento che effettuerà la chiamata e presso il quale il vincitore dovrà svolgere la sua attività;
g) la lingua/e straniera/e di cui i candidati dovranno dimostrare di possedere la conoscenza a livello almeno B2, secondo il Quadro Comune di Riferimento Europeo per le lingue (QCER);
h) la descrizione dell'attività di ricerca che il vincitore dovrà svolgere nell'ambito del progetto di ricerca finanziato PON AIM (PON Ricerca e Innovazione 2014 - 2020 - Azione I.2 - D.D. n. 407 del 27 febbraio 2018 "Attraction and International Mobility");
i) la descrizione dell'attività didattica che il vincitore dovrà svolgere per un massimo di 60 ore;
j) la descrizione dell'attività di didattica integrativa e di servizio agli studenti che il vincitore dovrà svolgere.

Per le declaratorie dei settori concorsuali si rinvia al D.M. 30 ottobre 2015, n. 855, pubblicato nella G.U. della Repubblica n. 271 del 20.11.2015.

Art. 2
Declaratoria del settore concorsuale

Per la descrizione dei contenuti dei settori concorsuali di cui al presente bando si rinvia al D.M. 30/10/2015, n. 855.

Art. 3
Natura del rapporto di lavoro e tipologia di contratto

Il rapporto di lavoro si instaura tra l'Università degli Studi di Napoli Suor Orsola Benincasa e il soggetto chiamato ai sensi del successivo art. 18, in possesso dei requisiti di cui al successivo art. 5, mediante stipula di contratto di lavoro subordinato a tempo determinato, regolato dalle disposizioni vigenti in materia anche per quanto attiene il trattamento fiscale, assistenziale, previdenziale ed assicurativo.

Tale contratto è di durata triennale.

La titolarità del contratto di cui al presente bando non dà luogo a diritti in ordine all'accesso ai ruoli dell'Università, fermo restando che essa costituisce titolo preferenziale nei concorsi per l'accesso alla stessa. Il ricercatore a tempo determinato è tenuto a redigere una relazione annuale in ordine alle attività svolte. Tale relazione va inviata al Preside della Facoltà interessata, cui è demandata una funzione di vigilanza sullo svolgimento del rapporto, nonché sulla cessazione dell'attività alla scadenza del termine inizialmente fissato.

La mancata presentazione della predetta relazione comporta la risoluzione del rapporto di lavoro.

Art. 4
Requisiti di partecipazione

La partecipazione alle selezioni pubbliche di cui all'art. 1 è riservata, senza limitazioni in relazione alla cittadinanza, ai candidati in possesso dei seguenti requisiti:
LINEA 1 (Mobilità dei ricercatori):
- dottorato di ricerca, o titolo equivalente conseguito in Italia o all'estero conseguito da non più di 4 anni alla data del 27 febbraio 2018 (non prima del 27 febbraio 2014). Per i titoli di studio conseguiti all'estero il candidato deve indicare gli estremi del provvedimento che ne attesta l'avvenuto riconoscimento in Italia ai sensi della normativa vigente:
(https://www.miur.gov.it/documents/20182/0/Equipollenza_Dottorato_ricerca_dpr382.pdf/f5ff98ae-ddff-4166-a822-83ef1b57c7f0).
LINEA 2 (Attrazione dei ricercatori):
- dottorato di ricerca, o titolo equivalente conseguito in Italia o all'estero conseguito da non più di 8 anni alla data del 27 febbraio 2018 (non prima del 27 febbraio 2010). Per i titoli di studio conseguiti all'estero il candidato deve indicare gli estremi del provvedimento che ne attesta l'avvenuto riconoscimento in Italia ai sensi della normativa vigente:
(https://www.miur.gov.it/documents/20182/0/Equipollenza_Dottorato_ricerca_dpr382.pdf/f5ff98ae-ddff-4166-a822-83ef1b57c7f0).
- essere titolare, alla data di pubblicazione del presente bando, di un contratto stipulato presso atenei/enti di ricerca/imprese fuori dalle Regioni obiettivo del PON R&I 2014-2020 o anche all'estero;
- possedere documentata esperienza biennale, anche non continuativa e non necessariamente nella stessa struttura, riferibile alla partecipazione o alla conduzione tecnico-scientifica di programmi e/o progetti di ricerca svolta presso atenei/enti di ricerca/imprese fuori dalle Regioni obiettivo del PON R&I 2014-2020. L'esperienza dovrà essere documentata mediante uno o più contratti giuridicamente validi, stipulati con una o più delle suddette strutture.

Saranno esclusi dalla selezione coloro che, oltre al mancato possesso dei suddetti requisiti, alla data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande:
a) siano esclusi dal godimento dei diritti civili e politici;
b) siano stati destituiti o dispensati dall'impiego presso una Pubblica Amministrazione per persistente insufficiente rendimento, o siano stati dichiarati decaduti da altro impiego statale ai sensi dell'art. 127 lett. d) del D.P.R. 10.01.1957, n. 3;
c) abbiano un grado di parentela o di affinità fino al quarto grado compreso con un professore appartenente al Dipartimento di che effettuerà la chiamata (indicato nella scheda della selezione a cui si intende partecipare), ovvero con il Rettore, il Direttore Generale, o un componente del Consiglio di Amministrazione dell'Ateneo;
d) siano stati titolari di contratti in qualità di assegnisti di ricerca e di ricercatore a tempo determinato ai sensi rispettivamente degli articoli 22 e 24 della Legge n. 240/2010, intercorsi anche con Atenei diversi, statali, non statali o telematici, nonché con gli enti di cui al comma 1 dell'art. 22 della Legge n. 240/2010, per un periodo che, sommato alla durata prevista dal contratto messo a bando, superi complessivamente i 12 anni, anche non continuativi. Ai fini della durata dei predetti rapporti non rilevano i periodi trascorsi in maternità o per motivi di salute secondo la normativa vigente.

Saranno inoltre esclusi i professori e ricercatori universitari di ruolo, ancorché cessati dal servizio.

Questa Amministrazione garantisce parità e pari opportunità tra uomini e donne per l'accesso al lavoro ed il trattamento sul lavoro.

Art. 5
Regime di impegno

I soggetti chiamati ai sensi del successivo art. 17 stipuleranno un contratto con regime di impegno orario a tempo pieno.

L'impegno annuo complessivo per lo svolgimento delle attività di didattica frontale, di didattica integrativa e di servizio agli studenti è pari a 350 ore. In ogni caso, l'impegno annuo per lo svolgimento delle attività di didattica frontale è fino ad un massimo di 60 ore.

Art. 6
Trattamento economico

Ai ricercatori che saranno assunti compete il trattamento economico annuo lordo fissato con D.P.R. n. 232 del 15/12/2011, in relazione al regime di impegno orario a tempo pieno, nonché con D.D. MIUR 3395 del 21/12/2018.

Art. 7
Copertura finanziaria

La spesa complessiva per l'intera durata dei contratti di cui al presente bando graverà sul fondo "PON Ricerca e Innovazione 2014-2020, Asse I Investimenti in capitale umano, Azione I.2 Mobilità dei Ricercatori, Avviso AIM - Attrazione e Mobilità Internazionale, giusta D.D. MIUR 407/2018, D.D. MIUR 3407/2018, allegato B e D.D. MIUR 3395 del 21/12/2018".

Art. 8
Avviso di selezione

Una sintesi del presente bando di selezione è pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale <<Concorsi ed Esami>> - 4a Serie Speciale. Il presente bando è pubblicato all'Albo Ufficiale on line dell'Ateneo, disponibile sul sito internet istituzionale dello stesso al seguente indirizzo: https://www.unisob.na.it.

Le principali informazioni contenute nel presente bando sono altresì pubblicate sul sito dedicato alle procedure di cui trattasi del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca e dell'Unione Europea.

Art. 9
Presentazione della domanda di partecipazione

La domanda di partecipazione alla procedura deve essere prodotta in carta semplice secondo lo schema allegato al presente Decreto (Allegato A).

La suddetta domanda debitamente firmata e indirizzata al Magnifico Rettore dovrà pervenire all'Area Affari Generali - Settore Protocollo dell'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Via Suor Orsola 10 - 80135 Napoli - entro il termine perentorio di 30 giorni che decorrono dal giorno successivo alla data di pubblicazione dell'avviso del presente bando sul sito web di Ateneo.

Qualora il termine di 30 giorni cada in un giorno festivo, il termine della presentazione delle domande è prorogato al primo giorno successivo non festivo.

La domanda di partecipazione potrà essere presentata attraverso una delle seguenti modalità:
direttamente presso il Settore Protocollo - Area Affari Generali entro la scadenza dei termini del bando. Il Settore Protocollo dell'Area Affari Generali osserva il seguente orario d'apertura al pubblico: dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 12.30.
via posta, tramite raccomandata o posta celere con avviso di ricevimento, oppure a mezzo di corriere con avviso di ricevimento al Settore Protocollo - Area Affari Generali Via Suor Orsola, 10 - 80135 Napoli.
via pec a questo indirizzo, da una casella di posta elettronica certificata di cui il candidato sia titolare.

Per la domanda di ammissione inviata con la modalità "b" farà fede nel caso di invio tramite corriere, il timbro di accettazione da parte della ditta incaricata e, nel caso di invio a mezzo raccomandata o posta celere, il timbro e la data dell'ufficio postale accettante. Per la modalità "c" si precisa che la posta elettronica certificata non consente la trasmissione degli allegati che abbiano una dimensione pari o superiore a 15 megabyte. La validità della trasmissione della domanda tramite posta elettronica certificata è attestata dalla ricevuta di accettazione e della ricevuta di avvenuta consegna fornite dal gestore di posta elettronica al momento dell'invio, ai sensi dell'art. 6 del DPR 11-02-2005 n. 68.

Nella domanda (e sulla busta, qualora sia spedita con raccomandata A.R.) il candidato deve indicare chiaramente cognome, nome e indirizzo, la selezione a cui s'intende partecipare, la Facoltà, il settore concorsuale e il settore scientifico-disciplinare per il quale presenta la domanda;

Il candidato dovrà inoltre allegare alla domanda:
a. fotocopia di un documento d'identità in corso di validità;
b. fotocopia del codice fiscale;
c. curriculum vitae in duplice copia della propria attività scientifica e didattica debitamente datato e firmato;
d. titoli e documenti ritenuti utili ai fini della procedura valutativa con relativo elenco in duplice copia, datato e firmato;
e. elenco, datato e firmato in duplice copia, contenente l'indicazione delle pubblicazioni presentate, dettagliato secondo le modalità internazionali e che comprenda tutti gli autori.
f. pubblicazioni scientifiche con relativo elenco, presentate in originale, in copia autenticata, o in alternativa, in fotocopia o su supporto elettronico corredate da dichiarazione sostitutiva di conformità all'originale. Qualora siano presenti fotocopie di titoli e pubblicazione in luogo degli originali dovrà essere allegata apposita dichiarazione sostitutiva di conformità all'originale.

I titoli possono essere prodotti in originale, possono essere autocertificati mediante dichiarazioni sostitutive di certificazioni (Allegato C) ai sensi dell'art. 46 del D.P.R. 445/2000, ovvero possono essere prodotti in copia dichiarata conforme all'originale mediante dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà (allegato C) ai sensi dell'art. 47 del D.P.R. 445/2000. Tali dichiarazioni dovranno essere firmate dal dichiarante e trasmesse all'Amministrazione unitamente alla fotocopia del documento di identità.

Ai sensi dell'art. 40 del D.P.R. n. 445/2000, come modificato dall'art. 15 della Legge n. 183/2011, dal 1° gennaio 2012 non possono essere presentate certificazioni rilasciate da Pubbliche Amministrazioni dello Stato italiano; in tal caso i certificati devono essere sostituiti da dichiarazioni sostitutive di certificazioni o dall'atto di notorietà di cui agli artt.li 46 e 47 del medesimo D.P.R. n. 445/2000.

Se vengono prodotti certificati o attestati in lingua diversa da quella italiana, francese, inglese, tedesca e spagnola, la dichiarazione di conformità all'originale deve essere accompagnata, a pena di mancata valutazione degli stessi, da una traduzione in lingua italiana, redatta dalla competente rappresentanza diplomatica o consolare ovvero da un traduttore ufficiale, che ne certifichi la conformità al testo straniero.

Per i lavori stampati in Italia devono essere adempiuti gli obblighi previsti dal D.P.R. n. 252/2006 (Regolamento recante norme in materia di deposito legale dei documenti di interesse culturale destinati all'uso pubblico).

L'Amministrazione si riserva di procedere a idonei controlli, anche a campione, sulla veridicità del contenuto delle dichiarazioni sostitutive.

Alla Commissione spetta in modo esclusivo la verifica e il giudizio sull'ammissibilità delle domanda e relativa documentazione allegata.

Non è consentito il riferimento a documenti presentati presso questa o altre amministrazioni, o a documenti allegati alla domanda di partecipazione ad altra procedura valutativa.

Art. 10
Pubblicazioni

Le pubblicazioni scientifiche, in numero non superiore a dodici, che i candidati intendono presentare devono essere numerate in ordine progressivo, con il relativo elenco datato e firmato identico a quello allegato alla domanda di partecipazione, e vanno inviate separatamente dalla domanda, con apposito plico raccomandato, o tramite corriere, o consegnate a mano all'Area Affari Generali - Via Suor Orsola 10 - 80135 Napoli - entro e non oltre il termine perentorio di 30 giorni a decorrere dal giorno successivo a quello della pubblicazione dell'avviso di emissione del presente bando sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana - IV serie Speciale - Concorsi ed esami, a pena di non valutazione.

Il rispetto del termine perentorio di 30 giorni, previsto dal precedente comma, sarà comprovato, dalla ricevuta rilasciata dall'ufficio per i plichi consegnati a mano, dal timbro di accettazione da parte della ditta incaricata nel caso di invio tramite corriere, e dal timbro postale per quelli spediti a mezzo raccomandata.

Sul plico contenente le pubblicazioni devono essere riportati in stampatello i seguenti dati:
- cognome, nome e indirizzo del candidato
- selezione a n. 1 posto di ricercatore a tempo determinato
- settore concorsuale
- settore scientifico disciplinare
- Facoltà
- G.U di pubblicazione dell'avviso del bando
- La dicitura "Pubblicazioni del Candidato"

La numerazione dell'elenco deve trovare corrispondenza con la numerazione delle pubblicazioni inviate.

Le pubblicazioni contenute nell'elenco ma non prodotte e l'invio di pubblicazioni non comprese nell'elenco allegato alla domanda non verranno prese in considerazione dalla commissione giudicatrice.

Le pubblicazioni scientifiche possono essere prodotte in originale, in copia conforme o in fotocopia. In quest'ultimo caso il candidato deve allegare una dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà di cui all'art.47 del D.P.R. 28.12.2000 n. 445, attestante che la copia presentata è conforme all'originale (Allegato C).

Per i lavori stampati in Italia devono risultare gli autori, il titolo, la casa editrice, la data e il luogo di edizione oppure il titolo, il numero della raccolta o del volume e l'anno di riferimento.

Per le pubblicazioni edite all'estero deve risultare la data e possibilmente il luogo di pubblicazione o, in alternativa, il codice ISBN o altro equivalente.

Le pubblicazioni debbono essere presentate nella lingua di origine e, se diversa da quelle sottoindicate, tradotte in una delle seguenti lingue: italiano, francese, inglese, tedesco e spagnolo. I testi tradotti possono essere presentati in copie dattiloscritte insieme col testo stampato nella lingua originale.

Sono considerate valutabili ai fini della presente selezione esclusivamente le pubblicazioni, compresa la tesi di dottorato, e i testi accettati per la pubblicazione secondo le norme vigenti, nonché saggi inseriti in opere collettanee e articoli editi su riviste in formato cartaceo o digitale con esclusione di note interne.

Per le pubblicazioni in formato digitale dovrà comunque essere allegata copia cartacea, con l'indicazione del sito o della rivista on-line su cui il testo è stato pubblicato.

I testi o gli articoli accettati per la pubblicazione, entro la data di scadenza del bando, devono essere presentati insieme al documento di accettazione dell'editore.

Art. 11
Costituzione della Commissione Giudicatrice

La valutazione preliminare dei candidati che hanno presentato domanda è espletata da una commissione giudicatrice composta da tre componenti scelti tra i Professori di I e II fascia e Ricercatori universitari confermati appartenenti al settore concorsuale o al settore scientifico disciplinare o affine oggetto della selezione, ai sensi del D.M. n. 336/2011 del 29.07.2011. Almeno uno dei componenti della Commissione è un professore di ruolo di I fascia; uno dei componenti della Commissione può essere in servizio, alla data di svolgimento della selezione, presso un altro Ateneo, italiano o straniero.

Non possono far parte della Commissione giudicatrice i professori e ricercatori che siano stati valutati negativamente ai sensi dell'art. 6, comma 7, della legge 240/2010, nonché i professori e ricercatori che siano stati condannati, anche con sentenza non passata in giudicato, per i reati previsti dal Capo I del Titolo II del Libro II del Codice Penale. Restano ferme tutte le altre condizioni di incompatibilità previste dalla vigente normativa legislativa e regolamentare.

Non possono fare parte della Commissione persone che abbiano un grado di parentela o affinità con il candidato/i da sottoporre a valutazione.

La Commissione individua al suo interno un Presidente e un Segretario verbalizzante.

La Commissione svolge i lavori alla presenza di tutti i componenti e assume le proprie deliberazioni a maggioranza assoluta dei componenti.

La Commissione, previa autorizzazione del Rettore, può avvalersi di strumenti telematici di lavoro collegiale.

La Commissione giudicatrice è proposta dal Senato Accademico, successivamente alla scadenza del bando, ed è nominata con decreto del Rettore.

Il decreto di nomina della Commissione è pubblicato all'Albo Ufficiale on line dell'Università al sito www.unisob.na.it. Eventuali istanze di ricusazione di uno o più componenti la Commissione giudicatrice da parte di candidati devono essere presentate al Rettore nel termine perentorio di 15 giorni decorrenti dal primo giorno di pubblicazione del Decreto di nomina della Commissione sul sito web di Ateneo.

Art. 12
Procedura di valutazione comparativa dei candidati e criteri generali di valutazione

La valutazione preliminare dei candidati sarà effettuata secondo criteri e parametri riconosciuti anche in ambito internazionale individuati con D.M. n. 243 del 25 maggio 2011, di seguito riportati e si ispira anche ai criteri di cui al regolamento.

La Commissione giudicatrice predetermina i criteri di massima e le procedure di valutazione dei candidati, anche mediante strumenti telematici di lavoro collegiale; tali determinazioni sono pubblicate almeno cinque giorni prima della prosecuzione dei lavori sul sito internet dell'Ateneo (www.unisob.na.it).

La Commissione, nello stabilire i criteri di valutazione preliminare, tiene in considerazione, con riferimento agli specifici settori concorsuali e agli eventuali profili - definiti esclusivamente tramite indicazione di uno o più settori scientifico disciplinari - i criteri e parametri definiti dal D.M. n. 243 del 25.05.2011.

La procedura, ai sensi dell'art. 24 comma 2 lettera c) della L. n. 240/2010, si svolge in due fasi successive:
A. Prima fase: valutazione preliminare dei candidati con motivato giudizio analitico sul curriculum, sui titoli e sulla produzione scientifica, ivi compresa la tesi di dottorato, finalizzata alla selezione dei candidati comparativamente più meritevoli, in una percentuale compresa tra il 10% e il 20% del numero dei candidati; i candidati sono tutti ammessi alla discussione qualora il loro numero sia pari o inferiore a sei.
B. Seconda fase: svolgimento (solo da parte dei candidati ammessi dopo la valutazione preliminare) di una discussione pubblica, con la Commissione, dei titoli e della produzione scientifica; a seguito della discussione è attribuito un punteggio sui titoli e su ciascuna delle pubblicazioni presentate.

La Commissione effettua motivata valutazione, seguita da una valutazione comparativa, del curriculum e dei seguenti titoli dei candidati, debitamente documentati:
A. Dottorato di ricerca o equipollenti, ovvero, per i settori interessati, il diploma di specializzazione medica o equivalente, conseguito in Italia o all'estero;
B. Eventuale attività didattica a livello universitario in Italia o all'estero;
C. Documentata attività di formazione o di ricerca presso qualificati istituti italiani o stranieri;
D. Documentata attività in campo clinico relativamente ai settori concorsuali nei quali sono richieste tali specifiche competenze;
E. Realizzazione di attività progettuale relativamente ai settori concorsuali nei quali è prevista;
F. Organizzazione, direzione e coordinamento di gruppi di ricerca nazionali e internazionali, o partecipazione agli stessi;
G. Titolarità di brevetti relativamente ai settori concorsuali nei quali è prevista;
H. Relatore a congressi e convegni nazionali e internazionali;
I. Premi e riconoscimenti nazionali e internazionali per attività di ricerca;
L. Diploma di Specializzazione europea riconosciuto da Board internazionali, relativamente a quei settori concorsuali nei quali è prevista.

La valutazione di ciascun titolo è effettuata considerando specificamente la significatività che esso assume in ordine alla qualità e quantità dell'attività di ricerca svolta dal singolo candidato.

La Commissione, per la valutazione comparativa preliminare delle pubblicazioni scientifiche tiene in considerazione i seguenti criteri:
- Originalità, innovatività, rigore metodologico e rilevanza di ciascuna pubblicazione scientifica;
- Congruenza di ciascuna pubblicazione con il settore concorsuale per il quale è bandita la procedura e con l'eventuale profilo, distinti esclusivamente tramite indicazione di uno o più settori scientifico-disciplinari, ovvero con tematiche interdisciplinari ad essi correlate;
- Rilevanza scientifica della collocazione editoriale di ciascuna pubblicazione e sua diffusione all'interno della comunità scientifica;
- Determinazione analitica, anche sulla base di criteri riconosciuti nella comunità scientifica internazionale di riferimento dell'apporto individuale del candidato nel caso di partecipazione del medesimo a lavori in collaborazione.

La Commissione prende in considerazione esclusivamente pubblicazioni o testi accettati per la pubblicazione secondo le norme vigenti nonché saggi inseriti in opere collettanee, articoli editi su riviste in formato cartaceo o digitale con l'esclusione di note interne o rapporti dipartimentali. Le tesi di dottorato o dei titoli equipollenti sono valutate anche in assenza degli adempimenti richiesti dalla normativa vigente in materia di pubblicazioni. Viene valutata, inoltre, la consistenza complessiva della produzione scientifica del candidato, l'intensità e la continuità temporale della stessa, fatti salvi i periodi, adeguatamente documentati, di allontanamento non volontario dell'attività di ricerca, con particolare riferimento alle funzioni genitoriali.

Nell'ambito dei settori concorsuali in cui ne è consolidato l'uso a livello internazionale, nel valutare le pubblicazioni, sono utilizzati anche i seguenti indicatori, riferiti alla data di scadenza dei termini delle candidature:
A. Numero totale delle citazioni;
B. Numero medio di citazioni per pubblicazione;
C. "Impact factor" totale;
D. "Impact factor" medio per pubblicazione;
E. Combinazioni dei precedenti parametri atte a valorizzare l'impatto della produzione scientifica del candidato (indice di Hirsch o simili).

Art. 13
Discussione pubblica dei titoli della produzione scientifica e Graduatoria di merito

La Commissione, sulla base della valutazione preliminare dei candidati, espressa con motivato giudizio analitico sui titoli, sul curriculum e sulla produzione scientifica, ivi compresa l'eventuale tesi di dottorato, provvede ad ammettere i candidati comparativamente più meritevoli, in misura compresa tra il 10 e il 20 per cento del numero degli stessi e comunque non inferiore a sei unità, alla discussione pubblica con la Commissione, dei titoli e della produzione scientifica. I candidati sono tutti ammessi alla discussione qualora il loro numero sia pari o inferiore a sei. Ai candidati ammessi alla discussione pubblica, non sono riconoscibili emolumenti né rimborsi spese.

La Commissione convoca, con un preavviso non inferiore a cinque giorni di calendario, gli ammessi alla discussione pubblica dei titoli e delle pubblicazioni a seguito della quale attribuisce un punteggio ai medesimi titoli e pubblicazioni. Contestualmente la Commissione, può accertare tramite prova orale, l'adeguata conoscenza della lingua inglese e di un'altra lingua straniera. L'attribuzione dei punti espressa dai singoli Commissari alle pubblicazioni o ai titoli equivalenti dovrà corrispondere alla scala seguente:
0 insufficiente; 1 appena sufficiente; 2 sufficiente; 3 discreto; 4 buono; 5 ottimo; 6 eccellente.

L'eventuale prova orale volta ad accertare l'adeguata conoscenza di una lingua straniera viene valutata all'interno dei seguenti livelli: 3 buona; 2 discreta; 1 sufficiente.

I punteggi espressi dai singoli Commissari rispetto alle pubblicazioni vengono sommati e ponderati in relazione al numero delle pubblicazioni presentate. All'esito dei lavori, la Commissione, formula, per ciascun candidato, un giudizio complessivo, formando una graduatoria di merito nel numero massimo di tre che hanno ottenuto i punteggi più alti sui titoli, le pubblicazioni ed il curriculum.

La Commissione conclude i propri lavori entro cinque mesi dalla nomina. Il Rettore può prorogare per una volta e per un massimo di trenta giorni, il termine per la conclusione della procedura per comprovati motivi segnalati dal presidente della Commissione.

A parità di merito la preferenza è determinata dalla minore età anagrafica.

Gli atti della Commissione, costituiti dai verbali delle singole riunioni, con allegati giudizi e punteggi assegnati ai candidati e dalla relazione riassuntiva finale dei lavori svolti, sono approvati entro trenta giorni dalla consegna, con Decreto del Rettore. Nel caso in cui il Rettore riscontri irregolarità nello svolgimento della procedura, rinvia, con provvedimento motivato, gli atti alla Commissione, assegnandole un termine per la regolarizzazione.

Il Decreto Rettorale di approvazione degli atti e i verbali della Commissione giudicatrice sono pubblicati sul sito di Ateneo. Dalla data di pubblicazione dello stesso decorre il termine per eventuali impugnative.

Il Decreto Rettorale di approvazione degli atti è trasmesso alla Facoltà e ai candidati interessati.

Il Consiglio di Facoltà entro 60 giorni formulerà la proposta di chiamata del candidato dichiarato vincitore. Tale proposta è approvata dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione.

Art. 14
Rinuncia alla partecipazione alla procedura di selezione

I candidati che intendono rinunciare a partecipare alla procedura di selezione per la quale hanno prodotto domanda di ammissione, potranno inviare, all'Area Affari Generali Settore protocollo, a questo indirizzo e-mail la dichiarazione di rinuncia, utilizzando il fac-simile allegato (Allegato D) corredata dalla fotocopia del documento di riconoscimento. Tale rinuncia è irrevocabile.

L'assenza del candidato nel giorno di convocazione della discussione ed eventuale prova orale è considerata esplicita e definitiva manifestazione della sua volontà di rinunciare alla procedura di selezione.

Art. 15
Esclusione dalla selezione

I candidati sono ammessi con riserva alla selezione. L'esclusione per difetto di uno dei requisiti previsti dal presente bando è disposta con decreto motivato del Rettore.

Art. 16
Assunzione in servizio e elementi del contratto

Il candidato, alla conclusione della procedura di reclutamento di cui al precedente art. 13, sarà invitato a stipulare un contratto di diritto privato a tempo determinato con regime di impegno a tempo pieno. L'assunzione in servizio avviene previa verifica del possesso dei requisiti generali e specifici prescritti dal presente bando. Il rapporto di lavoro è regolato dal contratto individuale, dalle disposizioni di legge e dalle normative comunitarie vigenti. Il candidato vincitore dovrà comunicare l'accettazione entro 30 giorni dal ricevimento della proposta. Il contratto di cui al presente bando decorre, di norma, dall'accettazione della proposta di assunzione al candidato vincitore.

La durata del contratto sarà di 36 mesi e il ricercatore a tempo determinato:
1) per la Linea 1: dovrà svolgere un periodo obbligatorio da 6 a 15 mesi di lavoro (anche non consecutivo) in uno o più Atenei/Enti di Ricerca al di fuori del territorio nazionale, incentrato sulla partecipazione alle attività tecnico-scientifiche relative a progetti/programmi di ricerca;
2) per la Linea 2: avrà la possibilità di un eventuale periodo da 6 a 15 mesi di ulteriore work experience, presso una o più istituzioni pubbliche italiane (ovunque ubicate nel territorio nazionale) o europee, incentrato sulla partecipazione alle attività tecnico-scientifiche relative a progetti/programmi di ricerca.

A tutti i ricercatori di Linea 2 ("attrazione") sarà riconosciuto, quale indennità di mobilità, un importo mensile pari a 600,00 euro lordi; lo stesso importo è riconosciuto ai ricercatori di linea 1 ("mobilità") limitatamente al periodo trascorso fuori sede.

Il trattamento economico dei titolari dei contratti di tipo a) è pari al trattamento annuo lordo onnicomprensivo iniziale spettante ai ricercatori confermati di ruolo a tempo pieno. La retribuzione complessiva sarà erogata, al netto delle ritenute di legge applicabili sulla base della legislazione italiana, in 13 mensilità posticipate. Al vincitore non si applicano le progressioni economiche e di carriera previste per i ricercatori a tempo indeterminato. Il vincitore sarà iscritto all'Istituto previdenziale obbligatorio INPS -gestione ex INPDAP.

Il conferimento del contratto è incompatibile: con qualsiasi altro rapporto di lavoro subordinato presso soggetti pubblici o privati; con la titolarità degli assegni di ricerca anche presso altri atenei con le borse di dottorato e post-dottorato e in generale con qualsiasi borsa di studio o assegno a qualunque titolo conferiti anche da enti terzi. Il contratto di cui al presente bando non dà luogo a diritti in ordine all'accesso ai ruoli. L'espletamento del contratto di cui al presente bando costituisce titolo preferenziale nei concorsi per l'accesso alle pubbliche amministrazioni.

Il vincitore è obbligato a fornire prima dell'assunzione, gli originali dei titoli o in copia conforme all'originale, oltre alla documentazione necessaria per l'assunzione ai fini di legge e di regolamenti interni. In caso di inadempienza di cui al precedente paragrafo, non si potrà dar luogo alla stipula del contratto.

Art. 17
Diritti e doveri

Al vincitore sono assegnati i seguenti impegni: regime di impegno a tempo pieno. L'Impegno orario complessivo del Ricercatore a tempo determinato è pari a 1500 ore/anno; l'impegno orario annuo riferito allo svolgimento delle attività di didattica, didattica integrativa e servizio agli studenti è pari a 350 ore/anno. I Ricercatori con regime di impegno a tempo pieno svolgono attività didattica frontale fino ad una massimo di 80 ore/anno. L'attività didattica consisterà in: didattica frontale, didattica integrativa e di supporto agli studenti (es. lezioni in aula o in laboratorio, esercitazioni in aula o in laboratorio, seminari, ecc.). Al Ricercatore a tempo determinato si applicano le disposizioni di cui all'art. 6 commi 9, 10 e 12 della Legge 240/2010 che disciplinano le incompatibilità legate alla posizione giuridica del ricercatore e le incompatibilità connesse al regime di impegno. Eventuali incarichi retribuiti esterni potranno essere svolti solo previa autorizzazione degli Organi Accademici dell'UNISOB a condizione di compatibilità con il regime di impegno.

Art. 18
Restituzione dei documenti e delle pubblicazioni

Al termine della selezione, decorsi i termini per eventuali impugnative, i candidati, salvo contenzioso in atto, potranno ritirare personalmente o per il tramite di un delegato munito di apposita delega scritta, corredata di copia di documento di riconoscimento del delegante, presso l'Area Risorse Umane Ufficio Gestione personale docente, i propri titoli e le pubblicazioni presentati per la partecipazione alle procedure di cui al presente bando. Decorso il termine di sei mesi dalla conclusione della procedura, l'Università disporrà della documentazione secondo le proprie esigenze senza che da ciò derivi alcuna responsabilità in merito alla conservazione del materiale.

Art. 19
Responsabile del Procedimento

Il responsabile del procedimento della presente procedura è il Responsabile dell'Area delle Risorse Umane dell'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Via Suor Orsola 10 - 80135 Napoli.

Art. 20
Trattamento dei dati personali

Ai sensi dell'art. 13 del Regolamento Generale della Protezione dei Dati (UE) n. 679/2016, i dati personali forniti dai candidati saranno raccolti e trattati con mezzi informatici e cartacei, presso la Università degli Studi Suor Orsola Benincasa, per le finalità di gestione della presente procedura di valutazione comparativa, di pubblicità degli atti relativi e dell'eventuale conferimento del contratto.

Art. 21
Pubblicità

L'avviso relativo al presente bando è pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana - Serie speciale e all'Albo Ufficiale dell'UNISOB. Il presente bando è reperibile presso l'Area delle Risorse Umane, e disponibile sul sito WEB della Ateneo www.unisob.na.it, del Ministero dell'Istruzione, dell'Università della Ricerca e dell'Unione Europea.

Art. 22
Disposizioni finali

Per quanto non espressamente previsto dal presente bando, valgono, in quanto applicabili, le disposizioni previste dalla normativa vigente in materia.

Napoli, 24/04/2019

Il Rettore
prof. Lucio d'Alessandro

Emanato con D.R. n. 290 del 24/04/2019

Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 4ª Serie Speciale n. 41 del 24/05/2019
Scadenza: 23 giugno 2019

Selezione pubblica, per titoli e colloquio, per il reclutamento di n. 1 ricercatori con rapporto di lavoro subordinato a tempo determinato, per la durata di anni tre, ai sensi dell'art. 24, comma 3, lett. a) della Legge n. 240/2010, per lo svolgimento di attività di ricerca, di didattica, di didattica integrativa e di servizio agli studenti - S.C. 12/D1 DIRITTO AMMINISTRATIVO - S.S.D. IUS/10 DIRITTO AMMINISTRATIVO.

Linea di Progetto: 2.1

Codice proposta attività AIM1801749-1

Codice unico di progetto (CUP): D64I18000130005

Regime di impegno orario: pieno

Il profilo dell'unità di personale da reclutare dovrà far riferimento al settore scientifico disciplinare IUS/10 DIRITTO AMMINISTRATIVO

Numero massimo di pubblicazioni: 12

Obiettivi di produttività scientifica: Il ricercatore, nell'ambito degli studi relativi al diritto amministrativo, tipici del SSD IUS/10, sarà chiamato a svolgere la sua ricerca sull'impatto e gli effetti della quarta rivoluzione industriale sul settore e pubblico e, quindi, sulle pubbliche amministrazioni, con particolare attenzione al rapporto tra le tecnologie digitali e la vincolatezza e la discrezionalità dell'agire amministrativo.

Selezione pubblica, per titoli e colloquio, per il reclutamento di n. 1 ricercatori con rapporto di lavoro subordinato a tempo determinato, per la durata di anni tre, ai sensi dell'art. 24, comma 3, lett. a) della Legge n. 240/2010, per lo svolgimento di attività di ricerca, di didattica, di didattica integrativa e di servizio agli studenti - S.C. 12/G1 DIRITTO PENALE - S.S.D. IUS/17 DIRITTO PENALE.

Linea di Progetto: 1

Codice proposta attività AIM1801749-1

Codice unico di progetto (CUP): D64I18000130005

Regime di impegno orario: pieno

Il profilo dell'unità di personale da reclutare dovrà far riferimento al settore scientifico disciplinare IUS/17 DIRITTO PENALE

Numero massimo di pubblicazioni: 12

Obiettivi di produttività scientifica: Il ricercatore, nell'ambito degli studi relativi al diritto penale, tipici del SSD IUS/17, sarà chiamato a svolgere la sua ricerca sulle trasformazioni indotte in gran parte delle moderne categorie giuridiche, in particolare in quelle penalistiche, dalle innovazioni legate al bitcoin e alla blockchain.

Selezione pubblica, per titoli e colloquio, per il reclutamento di n. 1 ricercatori con rapporto di lavoro subordinato a tempo determinato, per la durata di anni tre, ai sensi dell'art. 24, comma 3, lett. a) della Legge n. 240/2010, per lo svolgimento di attività di ricerca, di didattica, di didattica integrativa e di servizio agli studenti - S.C. 10/I1 - LINGUE, LETTERATURE E CULTURE SPAGNOLA E ISPANOAMERICANE - S.S.D. L-LIN/07 LINGUA E TRADUZIONE-LINGUA SPAGNOLA.

Linea di Progetto: 1

Codice proposta attività AIM1801749-3

Codice unico di progetto (CUP): D64I18000140005

Regime di impegno orario: pieno

Il profilo dell'unità di personale da reclutare dovrà far riferimento al settore scientifico disciplinare L-LIN/07 LINGUA E TRADUZIONE-LINGUA SPAGNOLA.

Numero massimo di pubblicazioni: 12

Obiettivi di produttività scientifica: Il ricercatore, nell'ambito degli studi relativi alla lingua e traduzione spagnola, tipici del SSD L-LIN/07, sarà chiamato a svolgere uno studio linguistico, in particolare lessicologico e narratologico, di testi spagnoli dedicati alla descrizione e alla tutela del patrimonio artistico e culturale - materiale e immateriale - della città di Napoli, in epoca moderna e nell'attualità. Obiettivo principale della ricerca è contribuire all'adeguamento delle strutture interazionali e dell'engagement narrativo con la pluralità di lingue e culture che la diffusione degli apparati digitali consente di intercettare sia in remoto che in presenza.

Selezione pubblica, per titoli e colloquio, per il reclutamento di n. 1 ricercatori con rapporto di lavoro subordinato a tempo determinato, per la durata di anni tre, ai sensi dell'art. 24, comma 3, lett. a) della Legge n. 240/2010, per lo svolgimento di attività di ricerca, di didattica, di didattica integrativa e di servizio agli studenti - S.C. 06/G1 - PEDIATRIA GENERALE, SPECIALISTICA E NEUROPSICHIATRIA INFANTILE - S.S.D. MED/39-NEUROPSICHIATRIA INFANTILE.

Linea di Progetto: 1

Codice proposta attività AIM1801749-3

Codice unico di progetto (CUP): D64I18000140005

Regime di impegno orario: pieno

Il profilo dell'unità di personale da reclutare dovrà far riferimento al settore scientifico disciplinare MED/39-NEUROPSICHIATRIA INFANTILE.

Numero massimo di pubblicazioni: 12

Obiettivi di produttività scientifica: Il ricercatore, nell'ambito degli studi relativi alla neuropsichiatria infantile, tipici del SSD MED/39, sarà chiamato a svolgere la sua ricerca sulle soluzioni tecnologiche che possano promuovere il rapporto dei giovani con i siti museali, potenziandone la capacità interazionale e rendendo il visitatore parte del percorso esperienziale. Si dovranno definire e validare empiricamente paradigmi e modalità di interazione tra fruitore, beni e siti culturali al fine di promuovere un'esperienza sensorialmente gratificante, coerente con le aspettative dell'utenza.

© 2004/19 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy · versione desktop · versione accessibile
XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0