Dopo Laurea

Avvisi

5.12.2020
Corsi di formazione

Corsi di specializzazione per il sostegno (V ciclo - a.a. 2019/20) - modalità di svolgimento delle prove


Corso di specializzazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità - Anno Accademico 2019/20

Modalità di svolgimento delle prove

Con riferimento all’avviso già qui pubblicato relativo al riavvio della procedura concorsuale, si specificano di seguito le modalità di svolgimento della prova pratica.

La prova pratica consiste in un colloquio a carattere pratico in cui il candidato/la candidata declinerà le competenze riferite a una delle seguenti tematiche previste al comma 1 dell'art. 6 del DM 30 settembre 2011: a) competenze didattiche diversificate in funzione del grado di scuola; b) competenze su empatia e intelligenza emotiva; c) competenze su creatività e pensiero divergente; d) competenze organizzative e giuridiche correlate al regime di autonomia delle istituzioni scolastiche.

Il candidato/la candidata dovrà scegliere una delle suddette aree tematiche, individuare un argomento in esse ricompreso e illustrane le declinazioni operative e applicative in relazione a uno specifico contesto classe e/o ordine di scuola.

La valutazione della prova pratica sarà effettuata sulla base dei seguenti parametri:

- pertinenza degli argomenti rispetto alla tematica prescelta;
- livello di competenza dimostrata nella declinazione pratica e applicativa dell’argomento proposto;
- capacità di argomentazione;
- chiarezza espositiva, corretto uso della lingua e capacità di sintesi.

Per sostenere la prova sono necessari un personal computer/tablet/smartphone con sistema operativo e browser aggiornati, dotato dei minimi dispositivi di comunicazione multimediale (altoparlanti, microfono e webcam) e una connessione a una linea Internet stabile.
Per partecipare alla seduta i candidati/le candidate dovranno collegarsi alla piattaforma G-SUITE FOR EDUCATION. nel giorno e all'orario indicato nell'invito, dovranno entrare nell'aula virtuale dove si svolge la prova, attivare microfono e telecamera e attendere le istruzioni che verranno fornite dalla Commissione.

E’ necessaria la massima puntualità per consentire il regolare svolgimento della seduta. Il candidato/la candidata non presente all’atto dell’appello si intende ritirato dalla prova.

Per la procedura di identificazione la commissione si avvarrà del documento che Il candidato/candidata ha caricato mediante procedura on line all’atto dell’iscrizione. Il candidato/la candidata dovrà tenere con sé un documento d’identità valido da esibire eventualmente alla Commissione in caso di necessità.

Durante la prova i candidati dovranno essere riconoscibili e visibili, mantenere la telecamera accesa e funzionante per tutta la durata della stessa, posizionandola con una inquadratura a ‘mezzobusto’ che includa le mani.
Durante la prova il candidato dovrà avere lo sguardo costantemente rivolto verso la videocamera, in modo da verificare che non sposti lo sguardo con frequenza verso possibili fonti non inquadrate da cui leggere suggerimenti.
La Commissione, inoltre, potrà verificare che i candidati siano soli nella stanza, che non si avvalgano di libri, appunti o altri dispositivi utili per la consultazione. Non è permesso, durante il corso della prova, comunicare con terzi salvo che con i membri della Commissione esaminatrice.
Sarà escluso dalla prova chi contravviene alle disposizioni dianzi indicate ed a quelle che possono essere stabilite dalla Commissione per assicurare la sincerità della prova.
La seduta si svolgerà alla presenza anche di altri candidati: si prega di osservare il massimo silenzio e di spegnere i microfoni mentre il colloquio di un altro candidato è in corso.

L’Università non risponde di eventuali disguidi tecnici dovuti a malfunzionamenti di computer/tablet/smartphone e/o connessioni internet.

Si ricorda ai candidati che la diffusione di riprese e registrazioni non autorizzate si configura come violazione della normativa che tutela il diritto alla riservatezza e costituisce, pertanto, illecito civile, penale e amministrativo. I reati contro il diritto alla riservatezza sono perseguibili d’ufficio e obbligano il Rettore a darne immediata notizia all’Autorità Giudiziaria competente.

I risultati della prova pratica saranno consultabili sul sito di web di Ateneo.

È ammesso/a alla prova orale il candidato/la candidata che abbia conseguito nella prova pratica una votazione non inferiore a 21/30.
La prova orale consiste in un colloquio che verterà sui contenuti della prova pratica, approfonditi criticamente, e su questioni motivazionali individuali.

Con successivi avvisi verranno comunicati i calendari delle prove.

Il presente avviso ha valore di notifica a tutti gli effetti nei confronti di tutti i candidati e le candidate.

© 2004/21 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0