Facoltà di
Scienze della Formazione

Corso di laurea in Scienze della comunicazione

a.a. 2017/18

Obiettivi

Il corso di laurea in Scienze della comunicazione intende creare le condizioni per cui i propri studenti sviluppino, nell'ambito del percorso triennale, delle competenze strategiche utili a inserirsi con successo nel mercato del lavoro in ogni ambito professionale legato alla comunicazione, in uno scenario non solo italiano, ma anche europeo e internazionale. Si approfondiscono quindi discipline legate ai diversi aspetti dell'universo comunicativo: dagli aspetti sociologici, a quelli metodologici, tecnici e gestionali, alle discipline storico, politiche, filosofiche, giuridiche e antropologiche. Una grande attenzione è rivolta allo studio della lingua inglese.

Il corso di laurea in Scienze della comunicazione ha - di conseguenza - l'obiettivo di formare esperti di alto profilo che sappiano gestire il processo comunicativo da diverse angolazioni, con una preponderanza della componente gestionale e organizzativa, coerentemente con gli obiettivi qualificanti. Allo studente è offerta la possibilità di approfondire gli ambiti specifici della comunicazione e, al fine di inserirsi con successo in un mercato del lavoro affollato ed estremamente competitivo, è proposta una forte preparazione in quei settori che gli consentano di avere una valida conoscenza dei mercati e dei prodotti della comunicazione.

Il corso di laurea presenta una struttura didattica adatta a soddisfare approcci attuali, ma anche diversificati fra loro.

Lo studente, infatti, ha ampia possibilità di scelta nel delineare il proprio percorso di studi. L'offerta formativa è caratterizzata da una base didattica comune nel primo anno e in parte nel secondo anno. Si offre allo studente la possibilità di scegliere tra tre curricula, legati ai diversi ambiti della comunicazione, al fine di consentire una maggiore e opportuna specializzazione. Nella prima parte del percorso egli avrà la possibilità di approfondire gli ambiti generali della comunicazione, dal punto di vista sociologico, semiotico, psicologico, economico e giuridico. Sempre in questa parte egli avrà la possibilità di approfondire la conoscenza della lingua inglese.

L'articolazione del corso in tre curricula consente un'offerta didattica finalizzata all'acquisizione di specifiche competenze per professionalità che trovino più facile collocazione nel mondo del lavoro. In particolare, il curriculum dedicato alla comunicazione d'impresa formerà esperti nell'analisi di mercato e nell'attuazione di politiche di marketing; il curriculum in giornalismo e comunicazione audio video formerà aspiranti giornalisti ed esperti negli ambiti gestionali del mercato della produzione culturale; il curriculum in cinema reportage e documentaristica formerà figure capaci di produrre, promuovere e gestire i prodotti dell'industria cinematografica.

Tutti i tre curricula hanno un forte orientamento strategico, su base economico-organizzativa, in quanto maggiormente richiesto dal mercato del lavoro a livello comunitario e internazionale.

Durante il triennio, inoltre, viene dedicata un'attenzione specifica alle attività laboratoriali e di tirocinio tenuti da professionisti del mondo del lavoro, affinché lo studente possa declinare le suggestioni teoriche e metodologiche in attività di carattere pratico e applicativo.

I tre curricula di studio offrono, quindi, allo studente una vasta possibilità di formarsi come esperto della comunicazione con nozioni fondamentali comuni, ma scegliendo liberamente il proprio campo di specializzazione, in coerenza con l'obiettivo del corso di laurea di fornire un'offerta didattica coerente, ma anche varia e multidisciplinare.

Risultati di apprendimento attesi

Media e culture

Conoscenza e comprensione

Lo studente avrà la possibilità di acquisire conoscenze umanistiche avanzate nei principali settori della comunicazione e una buona padronanza delle metodologie e delle tecniche necessarie per accedere alle molteplici professioni del mondo della comunicazione. In particolare, lo studente si confronterà con le principali implicazioni socio-culturali che nascono dalla mediazione simbolica in relazione alla radio, al cinema, alla televisione, alla stampa e ai nuovi media.

Acquisirà, pertanto, una padronanza nell'elaborazione e nell'analisi dei diversi linguaggi del giornalismo contemporaneo e negli ambiti gestionali del mercato della produzione culturale.

Il curriculum è focalizzato sull'analisi e la comprensione dei fenomeni sociali connessi al vasto settore della comunicazione.

Le modalità con le quali i risultati attesi vengono conseguiti sono, accanto al tradizionale e qualificato approccio frontale, un sistema formativo laboratoriale che consenta allo studente l'incontro e il confronto con testimonianze ed esperienze che provengono dai diversi settori di studio, ricerca e lavoro connessi all'industria culturale.

La verifica avviene attraverso esami di profitto per gli insegnamenti frontali e prove pratico-progettuali per le attività laboratoriali, valutate attraverso un giudizio che va da sufficiente a eccellente.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Lo studente ha la possibilità di applicare già durante del percorso formativo le conoscenze apprese, finalizzandole alle esigenze dell'odierno mercato del lavoro. Tale percorso formativo vede coinvolti - accanto a docenti di prestigio e competenza - professionisti affermati, con sperimentata preparazione didattica. È stato costruito un percorso didattico che lascia largo spazio al learning by doing e stage qualificanti presso aziende o enti operanti nel settore a livello locale e nazionale.

Si prevede che lo studente debba apprendere metodologie di studio che possano poi essere sviluppate in diversi ambiti formativi, quali l'analisi delle campagne di comunicazione, la realizzazione di sondaggi e questionari, il più generico impiego di strumenti di indagini quantitative e qualitative e la realizzazione di banche dati.

Comunicazione istituzionale e d'impresa

Conoscenza e comprensione

Lo studente acquisirà capacità gestionali e organizzative dei flussi di comunicazione propri delle aziende pubbliche, private e di no-profit, oltre a capacità concrete di realizzazione e implementazione di piani di comunicazione e di marketing. Pertanto, lo studente si confronterà con diverse tipologie di strumenti didattici adeguati e aggiornati in linea con le esigenze di un mercato del lavoro in fase di profonda trasformazione. In particolare, accanto al tradizionale e qualificato approccio didattico, è offerto un sistema formativo laboratoriale che consenta allo studente l'incontro e il confronto con testimonianze ed esperienze che provengono dai più alti livelli del mondo della comunicazione, dei mercati e dell'elaborazione di strategie comunicative.

Forte sarà l'attenzione alle trasformazioni in atto a livello globale, sia nella definizione dei programmi di studio dei singoli insegnamenti sia nella progettazione delle attività laboratoriali, al fine di preparare professionisti pronti ad affrontare le sfide del mercato lavorativo nazionale e internazionale.

Le modalità con le quali i risultati attesi vengono conseguiti sono: lezioni frontali, esercitazioni, ricerca, attività di laboratorio, lezioni/testimonianze da parte di interlocutori qualificati quali manager e protagonisti del mondo del marketing.

La verifica avviene attraverso esami di profitto per gli insegnamenti frontali e prove pratico-progettuali per le attività laboratoriali valutate attraverso un giudizio che va da sufficiente a eccellente.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Obiettivo ultimo è consentire al laureato di acquisire competenze di base e abilità specifiche che agevolino l'accesso ai diversi apparati delle industrie culturali (editoria, radio, televisione, nuovi media), ai settori della comunicazione di impresa, della pubblicità e dei consumi, alle attività di comunicazione e relazioni pubbliche sia in aziende private, sia nella pubblica amministrazione e nel privato sociale.

Competenze specifiche saranno sviluppate in merito all'organizzazione aziendale, al marketing, alla comprensione delle dinamiche internazionali dal punto di vista economico, giuridico e comunicativo e politico.

Particolare attenzione è rivolta allo sviluppo di competenze economiche e organizzative.

Cinema e televisione

Conoscenza e comprensione

Lo studente è chiamato a confrontarsi con il settore della comunicazione attreverso un approccio interdisciplinare, integrando lo sviluppo di conoscenze umanistiche con l'articolazione di competenze economico-gestionali del processo comunicativo.

Particolare importanza è rivolta a due aspetti della cultura mediale, ossia i processi di produzione e consumo di prodotti culturali, con riferimento alla dicotomia encoding/decoding.

Il focus di questo curriculum è il settore del cinema e della televisione, rispetto al quale lo studente svilupperà conoscenze di produzione e analisi dei prodotti e di organizzazione e gestione delle dinamiche lavorative e comunicative presenti nelle aziende cinematografiche e televisive.

Le modalità con le quali i risultati attesi vengono conseguiti sono, accanto al tradizionale e qualificato approccio frontale, un sistema formativo laboratoriale che consenta allo studente l'incontro e il confronto con testimonianze ed esperienze che provengono dai diversi settori di studio, ricerca e lavoro connessi al cinema e alla televisione.

La verifica avviene attraverso esami di profitto per gli insegnamenti frontali e prove pratico-progettuali per le attività laboratoriali valutate attraverso un giudizio che va da sufficiente a eccellente.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Questo curriculum formerà figure capaci di promuovere e gestire i prodotti dell'industria cinematografica e televisiva, sviluppando competenze specifiche in termini di analisi del prodotto e del mercato, ma anche di elaborazione di capacità di critica, con particolare attenzione alla stesura di testi e copioni.

La varietà dei crediti a scelta e delle attività di laboratorio consento anche di investire in competenze di natura gestionale.

Conoscenze di base: fondamenti economico-giuridici e paradigmi disciplinari delle scienze umane e sociali

Conoscenza e comprensione

Il Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione - che ha l'obiettivo di formare esperti di alto profilo nella gestione del processo comunicativo di strutture pubbliche, private, di no-profit e del mondo dei mass-media in generale - è finalizzato allo sviluppo di conoscenze e competenze di analisi, di gestione e di organizzazione dei processi di produzione e promozione dei prodotti dell'industria culturale.

Pertanto, l'offerta formativa di base è articolata in una didattica comune che consente agli studenti di avere un primo approccio con gli aspetti sociologici, antropologici, semiotici, storici, filosofici, economici, giuridici, metodologici, tecnici e gestionali connessi alla comunicazione e di approfondire l'apprendimento della lingua inglese.

Dal secondo anno in poi si articola una programmazione didattica più specifica in relazione ai tre curricula: Comunicazione istituzionale e d'impresa, Media e Culture, Cinema e Televisione.

Per il curriculum di Comunicazione istituzionale e d'impresa la programmazione didattica ha il preciso scopo di sviluppare conoscenze e competenze relative alla capacità di analizzare le esigenze del mercato e attuare politiche di marketing e comunicazione adeguate.

Per il curriculum di Media e Culture la programmazione didattica è finalizzata allo sviluppo di competenze e conoscenze relative all'analisi e alla gestione dei diversi linguaggi giornalistici.

Per il curriculum di Cinema e Televisione l'offerta didattica è strutturata in modo da sviluppare conoscenze e competenze in merito all'analisi dei linguaggi, delle immagini e dei modelli narrativi propri del cinema e della televisione.

Tutti i tre curricula hanno un forte orientamento strategico, su base economico-organizzativa, in quanto maggiormente richiesto dal mercato del lavoro a livello comunitario e internazionale.

Durante il triennio, inoltre, viene dedicata un'attenzione specifica alle attività laboratoriali e di tirocinio tenuti da professionisti del mondo del lavoro, affinché lo studente possa declinare le suggestioni teoriche e metodologiche in attività di carattere pratico e applicativo.

Le modalità con le quali i risultati attesi vengono conseguiti sono, accanto al tradizionale e qualificato approccio frontale, un sistema formativo laboratoriale che consenta allo studente l'incontro e il confronto con testimonianze ed esperienze che provengono dai diversi settori di studio, ricerca e lavoro connessi alla comunicazione. La verifica avviene attraverso esami di profitto per gli insegnamenti frontali e prove pratico-progettuali per le attività laboratoriali valutate attraverso un giudizio che va da sufficiente a eccellente.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Le conoscenze e le competenze che vengono acquisite durante il Corso di Laurea in Scienze della comunicazione, indipendentemente dal percorso formativo scelto dallo studente, aprono a professioni sia nell'ambito degli enti e delle aziende che operano nel settore dei media, sia nel più ampio panorama delle aziende, delle istituzioni e delle associazioni che necessitano sempre più di esperti di comunicazione a vario livello.

I laureati saranno estremamente competitivi sul mercato del lavoro perché, oltre alla conoscenza dei fondamenti economico-giuridici connessi al settore della comunicazione, svilupperanno un'adeguata padronanza dei paradigmi disciplinari delle scienze umane e sociali e una specifica competenza nell'area della comunicazione, delle tecnologie digitali e dei sistemi di informazione.

Infatti, saranno offerti loro strumenti didattici che consentano di acquisire conoscenze e competenze di base per analizzare i sistemi della comunicazione e per applicare le principali tecniche di ricerca sociale e analisi dei dati; di avere consapevolezza delle possibili declinazioni dei processi comunicativi in ambito psicologico, semiotico-linguistico, antropologico ed economico-organizzativo; di acquisire abilità indispensabili per la scrittura e lo svolgimento di attività strategiche organizzative da applicare ai diversi ambiti; di approfondire le conoscenze necessarie per operare nel campo delle tecnologie sia tradizionali che di nuova generazione, con particolare riferimento alla multimedialità.

Inoltre, i laureati sono messi nella condizione di poter affrontare corsi di Laurea Magistrale con diverso taglio scientifico e disciplinare, in quanto sono offerte loro conoscenze in differenti ambiti disciplinari, tutti fortemente richiesti dal mercato del lavoro.

Autonomia di giudizio

I laureati saranno in possesso di un'adeguata padronanza dei paradigmi disciplinari delle scienze umane e sociali e una specifica competenza nell'area della comunicazione, delle tecnologie digitali e dei sistemi di informazione. Quindi saranno offerti loro strumenti didattici che consentano di acquisire conoscenze e competenze di base per analizzare i sistemi della comunicazione e per applicare le principali tecniche di ricerca sociale e analisi dei dati; avere consapevolezza delle possibili declinazioni dei processi comunicativi in ambito psicologico, semiotico-linguistico, antropologico ed economico-organizzativo; acquisire abilità indispensabili per la scrittura e lo svolgimento di attività strategiche organizzative da applicare ai diversi ambiti (comunicazione istituzionale e d'impresa, comunicazione di massa, comunicazione etno-antropologica), approfondire le conoscenze necessarie per operare nel campo delle tecnologie sia tradizionali che di nuova generazione, con particolare riferimento alla multimedialità.

In merito a l curriculum in comunicazione d'impresa gli studenti svilupperanno competenze di organizzazione aziendale e di comunicazione applicata alle strategie di marketing. In merito al curriculum in comunicazione audio-video e giornalismo gli studenti svilupperanno competenze nell'elaborazione e nella valorizzazione dei vari formati della comunicazione. In merito al curriculum in cinema, reportage e documentaristica gli studenti acquisiranno tecniche di produzione e gestione dei prodotti di comunicazione visiva.

La verifica dell'acquisizione dell'autonomia di giudizio è condotta nelle prove intermedie e finali delle attività laboratoriali e nella discussione dei casi di studio, oltre che nella discussione della prova finale.

Abilità comunicative

Lo studente avrà la possibilità di comunicare adeguatamente i risultati del suo operato attraverso l'acquisizione di conoscenze e competenze che deriveranno da laboratori e tirocini ideati e realizzati appositamente. In particolare l'attenzione è posta alla elaborazione di strumenti comunicativi che sappiano integrare contenuto e forma in maniera adeguata a diversi e potenziali destinatari, in ambito specialistico e non specialistico. In particolare in riferimento al percorso comunicazione istituzionale e d'impresa l'attenzione è posta sulla elaborazione di piani di comunicazione e alla loro attuazione in fase esecutiva e sulla simbolica istituzionale quale chiave di comunicazione; nel percorso di comunicazione di massa si pone l'accento sullo sviluppo di soluzioni legate all'uso strategico dei mezzi di comunicazione di massa e alla convergenza di media tradizionali e nuovi media, al fine di favorire il consumo culturale; infine nel percorso etno-antropologico l'attenzione è posta allo sviluppo di strategie comunicative che possano favorire l'integrazione sociale e culturale con forme partecipative e di coinvolgimento democratico.

Le abilità comunicative vengono consolidate e verificate non solo attraverso le prove intermedie e finali ma con il costante monitoraggio consentito dalle mirate attività laboratoriali previste dal percorso formativo.

Capacità di apprendimento

Le conoscenze e le competenze che vengono acquisite durante il corso di laurea in scienze della comunicazione, indipendentemente dal percorso formativo scelto dallo studente, aprono a professioni sia nell'ambito degli enti e delle aziende che operano nel settore dei media o che questi utilizzano, sia nell'ambito delle istituzioni e associazioni.

A tal fine, sia la didattica frontale che le esercitazioni laboratoriali sono strutturate con particolare attenzione alle capacità di apprendimento delle professionalità legate alle aree della comunicazione istituzionale e della gestione strategica, aree presenti ormai ovunque perché in ogni forma di attività organizzata sono riconosciute decisive per gestire e dirigere una cultura ed una competenza in grado di cogliere le aspettative di clienti, consumatori e partner e di costruire con costoro una comunicazione con loro in grado di realizzare (e mantenere) una immagine positiva ed una relazione solida e durevole. Infine, i laureati sono messi nella condizione di poter affrontare diversi corsi di laurea magistrale di diverso taglio scientifico e disciplinare, in quanto gli sono offerte quelle conoscenze in ambiti disciplinari molteplici fortemente richiesti dal mercato del lavoro.

22.11.2017
Corso di Laurea in Scienze del servizio sociale
Laurea magistrale in Programmazione, amministrazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali

Calendario delle sedute di laurea - dicembre 2017 (sede di Salerno)

20.11.2017
Corso di Laurea in Scienze e tecniche di psicologia cognitiva

Attività di tirocinio formativo e di orientamento - iscrizione on line ai seminari operativi

17.11.2017
Corso di Laurea in Scienze della formazione primaria

Tirocinio indiretto (Percorso T4) - studenti del V anno (tutor Caruso)

15.11.2017
Corso di Laurea in Scienze della formazione primaria

Inizio attività di tirocinio diretto - accoglienza nelle scuole (aggiornamento)

14.11.2017
Corso di Laurea in Scienze della formazione primaria

Laboratori on-line di recupero

14.11.2017

Posticipo avvio scelte on line (a.a. 2017/18)

13.11.2017
Corso di Laurea in Scienze della formazione primaria

Valutazione certificazioni linguistiche livello B2 inglese

© 2004/17 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0