UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli
Dipartimento di Scienze formative, psicologiche e della comunicazione
ModalitÓ di navigazione
Percorso
Contenuto

Corso di laurea in Scienze dell'educazione

a.a. 2020/21

Obiettivi

Il corso di laurea in Scienze dell'Educazione, attraverso tutti i suoi curricula, prepara la figura dell'educatore professionale socio-pedagogico e, attraverso il curriculum Educatore dei servizi educativi per l'infanzia, prepara la figura dell'educatore che opera nei nidi d'infanzia, nei micro-nidi, nelle sezioni primavera e nei servizi integrativi per l'infanzia (spazi gioco, centri per bambini e famiglie, servizi educativi in contesto domiciliare).

In questo senso, gli obiettivi del corso di laurea sono definiti sia in base alle aree di apprendimento necessarie alla formazione dell'educatore sia alle caratteristiche specifiche degli ambiti di intervento in cui l'educatore svolge la sua attivitÓ professionale.

In particolare, per quanto concerne le aree di apprendimento, gli obiettivi formativi del Corso di Laurea si riferiscono all'area:
1) pedagogica;
2) socio-antropologica;
3) psicologica;
4) storico-filosofico-letteraria.

Per quanto concerne le caratteristiche specifiche degli ambiti di intervento dell'educatore, gli obiettivi formativi del Corso di Laurea sono definiti sulla base di una attenta riflessione rispetto ai seguenti ambiti:
- servizi educativi per l'infanzia (interventi educativi non formali nei servizi educativi per bambine e bambini da 0 a 6 anni, con particolare attenzione alla fascia d'etÓ 0-3, quali nidi d'infanzia, micro-nidi, sezioni primavera, spazi gioco, centri per bambini e famiglie, servizi educativi per l'infanzia in contesto domiciliare);
- contesti scolastici e servizi culturali (interventi educativi non formali sia nei contesti scolastici, extrascolastici, sportivi e del tempo libero, volti a favorire l'inclusione sociale e a prevenire la dispersione scolastica, il disagio, la marginalitÓ e la devianza, sia nei servizi di promozione della cultura e della comunicazione, della salvaguardia dell'ambiente e del benessere e della salute dei cittadini, in specie dei fanciulli, dei pre-adolescenti, degli adlescenti e dei giovani);
- servizi socio-assistenziali (interventi educativi non formali nei sevizi di lifelong guidance, nei servizi educativi per lo sviluppo della persona e delle pari opportunitÓ, nei servizi di consulenza per la genitorialitÓ e la famiglia, nei servizi per la cura degli anziani, nei servizi sociali, giudiziari e penitenziari; nei servizi educativi per lo sviluppo della comunitÓ territoriale; nei servizi per immigrati, rifugiati e per la formazione interculturale; nei servizi per lo sviluppo della cooperazione internazionale).

In particolare, il corso di laurea si propone il raggiungimento dei seguenti obiettivi formativi specifici:
- conoscenze epistemologiche, teoriche e metodologiche sul processo formativo nella sua globalitÓ e sulle problematiche educative nelle loro diverse dimensioni, specificitÓ, differenze, declinate in relazione alle principali agenzie educative (sistema formale, non formale e informale dell'istruzione, dell'educazione e della formazione);
- conoscenze teoriche e capacitÓ operative di base nei settori della pedagogia e delle scienze dell'educazione per l'analisi delle realtÓ sociali, culturali e territoriali per progettare, gestire, monitorare e valutare interventi educativi e formativi;
- conoscenze teoriche e competenze metodologiche relative ai processi di apprendimento e di sviluppo dell'individuo nelle diverse fasi della vita (lifelong learning);
- capacitÓ storico-critiche relativamente ai temi e ai problemi dell'educazione e della formazione sviluppate a partire dalla conoscenza della storia dei modelli e delle istituzioni educative e con particolare riferimento ai cambiamenti avvenuti nelle societÓ moderne e contemporanee;
- conoscenze teoriche di base nelle scienze filosofiche e sociali tali da consentire raccordi disciplinari e interdisciplinari con l'area pedagogica, socio-antropologica e psicologica;
- competenze pedagogiche finalizzate all'inclusione;
- capacitÓ di utilizzare efficacemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell'Unione Europea, oltre all'italiano, e di acquisire adeguate competenze e strumenti per la comunicazione e la gestione dell'informazione.

Il percorso formativo Ŕ strutturato in maniera tale da garantire la formazione rispetto ai diversi e variegati ambiti di intervento della figura dell'educatore professionale socio-pedagogico e quindi prevede un primo gruppo di attivitÓ formative, di base, che fanno riferimento ai contesti disciplinari relativi alla pedagogia generale e sociale, alla didattica generale, alle aree della filosofia, della psicologia, della sociologia e dell'antropologia. Un secondo gruppo di attivitÓ formative, caratterizzanti, approfondisce in particolare i settori storico-educativi, della pedagogia speciale e della psicologia dello sviluppo. Un terzo gruppo di discipline, infine, Ŕ rivolto all'affinamento di conoscenze relative al pi¨ ampio comparto delle scienze umane.

Durante il triennio, inoltre, viene dedicata un'attenzione specifica alle attivitÓ laboratoriali e di tirocinio, affinchÚ lo studente possa coniugare i saperi teorici e metodologici con i saperi pratico-esperienziali.

Tali attivitÓ, connesse a quelle degli esami a scelta, consentono allo studente di variare il proprio percorso secondo gli ambiti di interesse rispetto ai contesti lavorativi di riferimento.

Al secondo anno, infatti, lo studente Ŕ invitato a scegliere fra percorsi formativi differenti articolati su tre aree di approfondimento:
1) conoscenze e competenze specifiche per la progettazione, gestione, monitoraggio e valutazione degli interventi educativi non formali nei servizi per l'infanzia (nidi d'infanzia, micro-nidi, sezioni primavera, spazi gioco, centri per bambini e famiglie, servizi educativi per l'infanzia in contesto domiciliare o e micronido, servizi integrativi, quali ludoteche e baby parking, i centri per bambini e famiglie, i servizi educativi in contesto domiciliare, sezioni primavera);
2) conoscenze e competenze specifiche per la progettazione, gestione, monitoraggio e valutazione degli interventi educativi non formali nei contesti scolastici (scuole dell'infanzia statali e paritarie e scuole di ogni ordine e grado) e nei servizi culturali (centri di aggregazione giovanile, biblioteche, mediateche, musei, parchi, ecomusei, agenzie per l'ambiente, centri sportivi e per il benessere fisico-motorio), con relativi approfondimenti delle scienze umane e dei saperi pedagogici, anche in funzione dell'eventuale scelta di successivi percorsi formativi abilitanti alla professione docente (storia, filosofia e scienze umane) nella scuola secondaria di primo e secondo grado;
3) conoscenze e competenze specifiche per la progettazione, gestione, monitoraggio e valutazione degli interventi educativi non formali nei servizi socio-assistenziali (servizi residenziali, domiciliari, territoriali quali le comunitÓ infantili e per minori, le comunitÓ per persone affette da dipendenza da sostanze e/o attivitÓ, i centri di accoglienza per migranti, le comunitÓ per persone con disabilitÓ e per anziani, consultori familiari e servizi per il sostegno alla genitorialitÓ) e in ambito giudiziario (carceri, comunitÓ di recupero e centri di accoglienza per detenuti ed ex-detenuti).

Risultati di apprendimento attesi

Area pedagogica

Conoscenza e comprensione

Lo studente dovrÓ:
- conoscere e comprendere i fondamenti epistemologici del sapere pedagogico;
- conoscere e comprendere la storia del pensiero e delle istituzioni educative;
- conoscere e comprendere i principi della progettazione educativa e formativa;
- conoscere e comprendere i principali metodi della ricerca e della pratica educativa;
- conoscere e comprendere i fondamenti teorici e metodologici dell'educazione;
- saper riconoscere le aree dei bisogni educativi nei diversi settori di intervento.

CapacitÓ di applicare conoscenza e comprensione

Lo studente dovrÓ maturare una padronanza epistemologica, teorica e metodologica nei diversi ambiti di intervento educativo.
In particolare, dovrÓ saper operare nelle seguenti aree:
- area delle ricerche pedagogiche di carattere teoretico-fondativo ed epistemologico-metodologico (competenze che hanno una tradizione trattatistica e speculativa e che pongono le basi teoriche e procedurali per le competenze pedagogiche)
- area dei bisogni educativi e formativi nella societÓ e nelle organizzazioni e ricerche sulle attivitÓ educative connesse ai cambiamenti culturali e degli stili di vita e sulle implicazioni educative dei nuovi fenomeni sociali e interculturali;
- area della progettazione, programmazione, gestione, realizzazione e valutazione degli interventi educativi nei servizi per l'infanzia, nei servizi socio-assistenziali e culturali, nei servizi scolastici
- area dell'accompagnamento e della facilitazione dei processi di apprendimento in contesti di educazione permanente;
- area della definizione delle politiche formative, della cooperazione alla pianificazione e alla gestione di servizi di rete nel territorio.

Area sociologica

Conoscenza e comprensione

Lo studente dovrÓ:
- conoscere e comprendere i fondamenti epistemologici del sapere socio-antropologico;
- conoscere e comprendere la storia del pensiero socio-antropologico;
- conoscere e comprendere i principali metodi della ricerca socio-antropologica;
- conoscere e comprendere i fondamenti teorici e metodologici della sociologia applicata;
- conoscere e comprendere gli elementi principali dell'antropologia culturale;
- conoscere e comprendere alcuni degli elementi principali della sociologia giuridica inerenti l'area della devianza e della marginalitÓ sociale.

CapacitÓ di applicare conoscenza e comprensione

Lo studente dovrÓ maturare una padronanza epistemologica e metodologica nei diversi ambiti di interesse della sociologia e dell'antropologia. In particolare, dovrÓ saper operare nelle seguenti aree:
- area della ricerca sociale (applicazione degli strumenti teorico-metodologici e delle tecniche per l'analisi delle processualitÓ micro e macro-sociologiche);
- area della ricerca antropologica;
- area del mutamento sociale;
- area delle politiche sociali connessa alle diverse tipologie di welfare, ai metodi e alle tecniche del servizio sociale ai sistemi sociali comparati, all'analisi dei gruppi, della salute, della sicurezza sociale.

Area psicologica

Conoscenza e comprensione

Lo studente dovrÓ:
- conoscere e comprendere i fondamenti epistemologici della scienza psicologica;
- conoscere e comprendere la psicologia dei processi cognitivi;
- conoscere e comprendere la psicologia dello sviluppo e dell'apprendimento;
- conoscere e comprendere la psicologia sociale.

CapacitÓ di applicare conoscenza e comprensione

Lo studente dovrÓ maturare una padronanza epistemologica e metodologica nei diversi ambiti di interesse della psicologia. In particolare, dovrÓ saper operare nelle seguenti aree:
- area dell'organizzazione del comportamento e delle principali funzioni psicologiche (percezione, emozione, motivazione, memoria, apprendimento, pensiero, linguaggio);
- area dei metodi e alle tecniche della ricerca psicologica e della storia della psicologia;
- area dello psicologia dell'educazione;
- area della psicologia sociale e dei gruppi.

Area storico-filosofico-letteraria

Conoscenza e comprensione

Lo studente dovrÓ conoscere e comprendere i principali processi storici della modernitÓ e della contemporaneitÓ e le principali linee della storia della filosofia e della letteratura italiana.

CapacitÓ di applicare conoscenza e comprensione

Lo studente dovrÓ maturare una padronanza epistemologica e metodologica nei diversi ambiti di interesse della storia, della filosofia e della letteratura italiana. In particolare, dovrÓ saper utilizzare le conoscenze storiche, filosofiche e letterarie che consentono di esercitare ed allenare una forma mentis di tipo critico e riflessivo capace di interpretare i processi storici, sociali e culturali.

Autonomia di giudizio

Il laureato:
- Ŕ in grado di raccogliere e interpretare i dati relativi al proprio campo di studi osservando con sguardo critico e riflessivo la realtÓ nella quale opera;
- possiede competenze nel monitoraggio e nella valutazione di interventi formativi.
L'autonomia di giudizio viene sviluppata in particolare nell'ambito di insegnamenti quali Pedagogia generale, Storia della filosofia, Filosofia delle scienze sociali, e saranno operazionalizzate attraverso insegnamenti, quali Pedagogia della devianza e della marginalitÓ, Progettazione degli interventi educativi e Pedagogia del lavoro educativo, che forniranno allo studente gli strumenti e le tecniche della progettazione educativo-didattica.
L'autonomia di giudizio Ŕ funzionale a rendere lo studente consapevole del proprio ruolo all'interno della rete territoriale dei servizi alla persona e alla comunitÓ.

Gli esami in queste discipline e le relazioni delle attivitÓ di tirocinio saranno gli strumenti di verifica della capacitÓ.

AbilitÓ comunicative

Al termine degli studi lo studente:
- ha adeguate competenze comunicativo-relazionali e di abilitÓ sociali utili alla costruzione della relazione educativa nei futuri contesti lavorativi;
- possiede in forma scritta e orale la lingua inglese (oltre l'italiano);
- possiede adeguate conoscenze per la gestione dell'informazione.

L'acquisizione di tali abilitÓ comunicative Ŕ prevista attraverso esercitazioni nel corso delle attivitÓ specifiche, attraverso la stesura di relazioni scritte, attraverso la redazione e discussione della prova finale.

La verifica avviene attraverso test scritti e/o orali, e la prova finale.

CapacitÓ di apprendimento

Il laureato ha acquisito abilitÓ di apprendimento necessarie per il suo sviluppo professionale e per intraprendere studi specialistici con un alto grado di autonomia.

Le capacitÓ di apprendimento sono conseguite giÓ dal primo anno attraverso le attivitÓ di esercitazione svolte nell'ambito dei corsi erogati e operazionalizzate attraverso le attivitÓ laboratoriali e di tirocinio.

Per la verifica si prevedono prove di accertamento mediante colloqui d'esame, scritti e/o orali, lavori di gruppo e osservazioni ridiscusse in aula o realizzate presso gli enti dove si svolge attivitÓ di tirocinio.

Men¨ della FacoltÓ
Men¨ rapido
Men¨ principale
ConformitÓ agli standard

XHTML 1.0CSS 3 | Conforme alle linee guida per l'accessibilitÓ ai contenuti del Web - livello tripla A


© 2004/20 UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  | Crediti