Dipartimento di
Scienze formative, psicologiche e della comunicazione

sedute di laurea

regolamento per l'assegnazione
dell'elaborato di laurea triennale e specialistica

(Valido solo per le tesi assegnate entro il 30 ottobre 2010. Per le tesi assegnate successivamente vedi qui)

art. 1 - Informazioni generali

La prova finale (esame di laurea) dei corsi di laurea triennale e specialistica consiste nella discussione orale di un elaborato scritto individuale.
La redazione e la discussione dell'elaborato presuppongono la scelta di un relatore per la laurea triennale e di un relatore e correlatore per la laurea specialistica. Il relatore deve essere un docente titolare di un insegnamento (non di tirocinio o laboratorio) presso la Facoltà, la cui materia sia stata inserita nel piano di studi universitario complessivo del laureando. Il Preside potrà provvedere, anche per la laurea triennale, su richiesta del relatore, all'assegnazione di un correlatore.
L'argomento dell'elaborato di laurea è concordato tra lo studente e il relatore scelto, il quale sovrintende alla stesura dal punto di vista metodologico e scientifico.
Lo studente che conclude la laurea triennale, d'intesa con il relatore, opta tra due tipi di tesi da svolgere:
Compilativa. Requisiti minimi: esposizione e sintesi dei principali concetti presenti nei materiali bibliografici di riferimento; bibliografia rigorosamente attinente all'argomento scelto. La valutazione attribuibile in sede di esame finale è fissata in massimo 3 punti. Durante l'elaborazione del lavoro lo studente, d'accordo con il relatore, può accedere al percorso delle tesi di ricerca, purché siano soddisfatte tutte le condizioni previste al riguardo. Il docente che lo ritenga, può rendere noto nella sua "area docente" del sito web istituzionale un elenco di argomenti, con relativa bibliografia, sui quali intende assegnare le tesi.
Di ricerca. Requisiti minimi: approfondimento della letteratura esistente sull'argomento; originalità delle argomentazioni affrontate; solidità dell'impianto teorico; rigore della metodologia adottata. La valutazione attribuibile in sede di esame finale è fissata in massimo 5 punti. Durante l'elaborazione del lavoro lo studente, d'accordo con il relatore, può accedere al percorso delle tesi compilative. Il docente che lo ritenga può rendere note nella sua "area docente" del sito web istituzionale le tematiche sulle quali intende assegnare le tesi.
Lo studente che conclude la laurea specialistica svolge sempre una tesi di ricerca e deve porre a disposizione del relatore l'elaborato gia discusso nella laurea di triennale.
Lo studente che, per qualsiasi motivo, è in difficoltà nell'individuazione del relatore, può rivolgersi alla struttura didattica competente.
Una volta assegnata la tesi, lo studente dovrà presentare in segreteria didattica, entro 15 giorni dall'assegnazione, la scheda di prenotazione (scaricabile dal sito www.unisob.na.it) debitamente compilata.
L'assegnazione resterà valida per un anno, dopodiché sarà annullata d'ufficio, salvo conferma congiunta del relatore e dello studente (tale rinnovo deve essere effettuato massimo entro 60 gg. dalla scadenza). Entro lo stesso periodo, lo studente non potrà richiedere contemporaneamente una diversa tesi, salvo autorizzazione della presidenza, sentito il parere del docente già assegnante.
La richiesta può essere presentata dallo studente che abbia maturato almeno 90 CFU per la laurea triennale, 220 CFU per la laurea specialistica o, per il corso di laurea in Scienze della formazione primaria, 120 CFU tra quelli previsti dal piano di studi. La discussione in seduta di laurea non potrà avvenire prima di 3 mesi dall'assegnazione per le tesi compilative e non prima di 6 mesi per le tesi di ricerca.
Nella valutazione in sede di esame finale di laurea, la commissione, può attribuire da 0 a 3 punti per le tesi compilative e da 0 a 5 punti per le tesi di ricerca da aggiungere alla media ponderata (solo per il nuovo ordinamento), espressa in centodecimi, dei voti riportati negli esami di profitto (le lodi non concorrono alla formazione del punteggio). In casi eccezionali e limitatamente alle tesi di ricerca, la commissione può valutare sforamenti del tetto di cui sopra, comunque contenuti entro i due punti, ove il relatore e il correlatore, nominato esclusivamente dal Preside, abbiano presentato agli uffici, 10 giorni prima della seduta, una dettagliata relazione illustrativa del lavoro di tesi.
La commissione è presieduta dal Preside o da un suo designato, docente di ruolo di prima o seconda fascia di norma incardinato nell'Ateneo Università degli Studi Suor Orsola Benincasa. La commissione, di almeno cinque membri, è composta esclusivamente da docenti titolari di insegnamento presso la Facoltà. Il ruolo di segretario è ricoperto da un ricercatore della Facoltà. Eventuali sostituzioni dei membri della commissione devono esser autorizzate dalla presidenza.

art. 2 - Adempimenti amministrativi

La richiesta può essere presentata dallo studente che abbia maturato almeno 90 CFU per la laurea triennale, 220 CFU per la laurea specialistica o, per il corso di laurea in Scienze della formazione primaria, 120 CFU tra quelli previsti dal piano di studi. La discussione in seduta di laurea non potrà avvenire prima di 3 mesi dall'assegnazione per le tesi compilative e non prima di 6 mesi per le tesi di ricerca. Si ricorda che lo studente non potrà richiedere contemporaneamente la tesi a più docenti. La scheda di prenotazione dell'elaborato (scaricabile dal sito www.unisob.na.it), in triplice copia, dovrà essere consegnata: una copia alla segreteria didattica entro 15 giorni dall'assegnazione debitamente compilata, una copia al docente e la terza copia in segreteria didattica solo al momento della consegna del materiale tesi.
Il termine perentorio per la presentazione della domanda alla segreteria studenti, corredata di tutta la documentazione necessaria, è fissato per il primo giorno del mese che precede quello in cui il candidato chiede di essere ammesso alla discussione della tesi. Gli studenti che presentano la documentazione oltre tale termine, - e comunque entro e non oltre il giorno 10 - dovranno pagare il contributo per spese istruttorie integrative pari a € 75,00.
Gli esami di laurea potranno essere sostenuti nei mesi in cui la Facoltà disporrà.
Documentazione necessaria:
a. domanda di ammissione all'esame di laurea, da ritirare presso gli sportelli di segreteria studenti, indirizzata al rettore dell'Ateneo, con imposta di bollo di € 14,62;
b. allegato l da ritirare in segreteria studenti debitamente compilato dallo studente;
c. ricevuta del versamento di € 145,00, da pagare presso un qualsiasi sportello del banco di Napoli - San Paolo IMI di tutto il territorio nazionale - tassa di laurea.
Per essere ammesso all'esame di laurea lo studente deve avere maturato tutti i crediti previsti dal suo piano di studi esclusi quelli della prova finale entro e non oltre il giorno 10 del mese che precede la discussione. Non è possibile derogare a tale disposizione per motivi organizzativi e di verifica puntuale della carriera studentesca dal punto di vista amministrativo e quindi di valenza giuridica dei titoli.
Entro e non oltre il giorno 15 del mese che precede la discussione dell'elaborato di laurea lo studente, presso gli uffici di segreteria didattica di appartenenza della Facoltà di Scienze della formazione, deve consegnare:

a. n. 1 frontespizio cartaceo dell'elaborato firmato dal relatore e dallo studente;
b. n. 1 CD contenente tutte le parti dell'elaborato finale: frontespizio, indice, introduzione, corpo centrale, conclusioni, bibliografia. Il CD deve essere firmato dal relatore con apposta firma indelebile e deve essere consegnato in una apposita custodia rigida;
c. n. 1 attestazione rilasciata dagli uffici di biblioteca di aver consegnato tutti i volumi eventualmente presi in prestito (anche se non si è mai usufruito dei servizi offerti dalla biblioteca di Ateneo).
d. la terza copia in possesso dello studente della scheda di prenotazione dell'elaborato in cui risulti la data dell'assegnazione dello stesso, e ricevuta rilasciata dall'ufficio debitamente timbrata e firmata;
e. una autocertificazione di avere maturato tutti i crediti previsti dal suo corso di studi ad eccezione dei crediti della prova finale.
f. n. 1 questionario di fine corso di laurea, solo le prime 5 pagine, da scaricare dal sito.

I laureandi in Scienze della formazione primaria dovranno completare la domanda, sempre entro il 15 del mese precedente la dissertazione, e consegnare altresì:

- il frontespizio cartaceo firmato dal relatore per la "relazione finale dell'attività didattiche aggiuntive" (che come impostazione di frontespizio avrà ad esempio quello della tesi);
- il frontespizio cartaceo (dove non dovrà risultare il relatore) della "relazione finale dell'attività di tirocinio", il tutto anche su CD, sempre firmato dal docente;
- attestazione di nulla osta dell'ufficio tirocinio.

Si ricorda che nell'adunanza del 15 aprile 2003 il Consiglio della Facoltà di Scienze della formazione ha stabilito che:
"di norma la discussione dà conto del lavoro di tesi e delle attività di laboratorio svolte, riferendosi anche a uno o più argomenti emersi durante le attività di tirocinio e di laboratorio; pertanto, la discussione della tesi esaurisce, altresì, la relazione sulle attività di laboratorio. solo ove il relatore evidenzi che non vi siano collegamenti con le attività didattiche svolte, il candidato presenta una specifica relazione sui laboratori controfirmata da un docente che può essere individuato, a cura della presidenza, tra i supervisori delle attività di tirocinio o tra coloro i quali hanno curato specifiche attività di laboratorio. ai fini di cui sopra la scheda di assegnazione della tesi per il corso di laurea contiene/o non contiene l'indicazione della valenza della stessa anche ai fini della relazione per i laboratori."

art. 3 - Norme tipografiche

  • l'elaborato può essere redatto indicativamente con font: Times New Roman o simile, corpo 12, interlinea 2, margine 3 cm per lato;
  • non si deve fare la stampa fronte-retro;
  • le righe devono essere circa 20/25 per pagina, la lunghezza delle righe di circa 14 cm. (55-66 caratteri), il rientro al paragrafo di 4-5 spazi (3-4 per le voci di bibliografia);
  • l'elaborato può essere opportunamente articolato in capitoli e paragrafi;
  • per la presentazione di eventuali dati, è essenziale, per una buona leggibilità, che vadano presentati in tabelle; eventuali grafici non devono essere ridondanti e la loro quantità va limitata allo stretto necessario. Tabelle e grafici specifici all'argomentazione svolta in una parte del lavoro devono essere preferibilmente inseriti nel testo (è bene prevedere il punto di inserimento); materiale documentario può essere riportato in appendice (strumenti e questionari usati, tabelle molto lunghe, ecc.);
    la bibliografia deve riportare, in un unico elenco alla fine del lavoro, tutte le opere (volumi, articoli ecc.) a cui si è fatto riferimento nella stesura. Le citazioni bibliografiche complete vanno elencate in ordine alfabetico, ponendo sempre prima cognome e iniziale/i dell'autore/autori/curatori del volume, seguito dalla data originale di pubblicazione, e, di seguito, dal titolo; se è una rivista, dal nome della rivista, dall'annata e dalle pagine; se è un volume, dal luogo di pubblicazione e dalla casa editrice.

L'elaborato di norma è discusso in forma orale. Durante la discussione lo studente può fare un uso limitato, un massimo di cinque, di foto, grafici, statistiche, strettamente necessari alla comprensione della discussione orale. In casi particolari correlati alla specificità disciplinare della tesi, l'elaborato può consistere in un prodotto multimediale (es. filmato) accompagnato in ogni caso da una relazione scritta.
Gli studenti che desiderano utilizzare i suddetti supporti multimediali dovranno farlo presente alla consegna dell'elaborato. Tutti i tipi di presentazione multimediali saranno effettuate solo con l'uso del pc.
I candidati che vorranno avvalersi di tale supporto multimediale, troveranno avviso delle date in cui si potrà consegnare il materiale.
Tale materiale deve essere salvato in due files, uno con estensione "ppt", l'altro con estensione "pps" con all'autorizzazione firmata dal professore responsabile.

Frontespizio CD

sul frontespizio del CD, segnare con pennarello indelebile: Facoltà, nome e cognome del candidato, numero di matricola, titolo della presentazione e tipo di presentazione es: filmato formato dvd o avi, database, filemaker pro.
Si consiglia di adoperare i CD con custodia rigida.

art. 4 - Riprese fotografiche

Il candidato può conferire l'incarico di effettuare riprese fotografiche durante la discussione dell'elaborato di laurea e durante la cerimonia di proclamazione a una sola persona, fotografo professionista o meno. Durante le sedute di laurea non sono ammesse riprese filmate.

art. 5 - Disposizioni transitorie

Le tesi assegnate entro il 28 febbraio 2007 sono assimilate alle tesi di ricerca, fa fede la data indicata sulla scheda di prenotazione dell'elaborato consegnata alla segreteria didattica. Dal 1° marzo 2007 l'assegnazione delle tesi segue il presente regolamento. A partire dalle sedute di laurea della sessione di ottobre 2007 l'attribuzione del punteggio avviene secondo il presente regolamento.

 

 

© 2004/19 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0