Dipartimento di
Scienze formative, psicologiche e della comunicazione

Esame di laurea

Regolamento per la tesi di laurea del corso di Scienze della formazione primaria

Art. 1 - Informazioni generali

Per la prova finale (esame di laurea) del corso di laurea in Scienze della Formazione primaria, lo studente deve realizzare, sotto la guida di un docente del Corso di Laurea, un elaborato scritto su un argomento concordato con il docente-relatore che sarà discusso in seduta di laurea.

L'argomento dell'elaborato di laurea è concordato tra lo studente e il relatore scelto, il quale sovrintende alla stesura dal punto di vista metodologico e scientifico. L'argomento dell'elaborato di laurea potrà analizzare aspetti teorici, metodologici e pratici relativi a tematiche affrontate nei corsi.

L'elaborato potrà essere:
A) una rielaborazione e puntualizzazione individuale delle riflessioni teoriche sull'argomento, fondata sull'approfondimento della letteratura esistente sull'argomento, sull'originalità delle argomentazioni affrontate, sulla solidità dell'impianto teorico e sul rigore della metodologia adottata (tesi di ricerca);
B) una riflessione empirica, anch'essa saldamente ancorata alle teorie di riferimento, che nasca dalle attività svolte dal candidato in situazioni di laboratorio o sul campo (tesi sperimentale).

Art. 2 - Modalità di assegnazione

La richiesta di assegnazione dell'argomento dell'elaborato di prova finale non può essere presentata dallo studente prima che abbia maturato almeno 200 CFU per il corso di laurea quinquennale (LM-85 bis) mentre di 180 CFU, per il corso quadriennale ad esaurimento.

Il relatore, di norma, deve essere un docente titolare di un insegnamento (non di tirocinio o di laboratorio) presso il Dipartimento, il cui esame è presente nel piano di studi dello studente.

La richiesta di assegnazione può essere effettuata con il docente scelto in uno dei seguenti casi:
- se l'esame sia stato già sostenuto;
- se l'esame non sia stato ancora sostenuto limitatamente agli esami annuali o semestrali del secondo semestre dell'ultimo anno di corso (5° anno).

Lo studente per l'assegnazione deve:
1) collegarsi nella stanza virtuale sezione "Assegnazione Tesi;
2) compilare il modulo online con i dati richiesti, selezionare il docente relatore disponibile e, al termine della procedura, stampare i moduli. È da tener presente che, se il docente con cui si intende svolgere la tesi non dovesse risultare disponibile in elenco, bisogna attendere l'aggiornamento della piattaforma che avviene il giorno successivo alla seduta di laurea in cui il docente ne è relatore;
3) lo studente, una volta stampato il modulo, avrà 15 giorni per incontrare il docente, fargli firmare il modulo e, anche nel caso in cui non ci si accordi, il docente dovrà ugualmente firmare il modulo in corrispondenza della voce "rifiuto" indicandone la motivazione (non sarà ammessa da parte del docente la motivazione per una media esami bassa), successivamente potrà consegnarlo all'Ufficio Lauree in una delle seguenti modalità:
- a mano nei giorni ed orari di apertura al pubblico;
- scannerizzato inviandolo alla seguente e-mail.

La discussione in seduta di laurea non potrà avvenire prima che siano passati 6 mesi dall'assegnazione, farà fede la data di consegna del modulo firmato dal docente presso l'Ufficio Lauree.

A partire dal giorno di consegna del modulo all'Ufficio Lauree l'assegnazione resterà valida per un anno solare, dopodiché sarà annullata d'ufficio salvo conferma congiunta del docente-relatore e dello studente. A tal proposito si ricorda che alla scadenza dei 12 mesi il sistema informatico invierà un promemoria sulla casella email dello studente segnalandogli la scadenza della domanda e, attraverso un link, sarà possibile stampare il rinnovo della richiesta che dovrà essere firmato dal docente entro 15 giorni e consegnato all'Ufficio Lauree.

Nel caso lo studente manifesti la volontà di annullare preventivamente la richiesta di assegnazione tesi, dovrà procedere nei seguenti passaggi:
1. Contattare il docente-relatore del progetto di tesi cui si intende rinunciare e proporgli la modifica del modulo di assegnazione tesi, già prodotto all'Ufficio lauree, in cui il docente dovrà scrivere che "nulla osta a richiesta tesi in altra disciplina" e poi firmarlo;
2. ottenuto il documento, lo studente dovrà consegnare il modulo all'Ufficio lauree;
3. attendere notifica di cancellazione della richiesta precedente da parte dell'Ufficio lauree;
4. attivare una nuova procedura di richiesta assegnazione tesi.

Art. 3 - Domanda di laurea

Lo studente per discutere la tesi e conseguire il titolo dovrà seguire tutte le indicazioni procedurali presenti a questo collegamento nella sezione norme amministrative.

I candidati del Vecchio Ordinamento che conseguano il titolo finale delle attività didattiche aggiuntive per l'handicap con n. matr. 880000... devono rivolgersi alla segreteria.

Art. 4 - Discussione della tesi e proclamazione
Laurea quinquennale LM-85 bis
(approvato dal Consiglio di Dipartimento di Scienze della Formazione del 9 maggio 2016)

Le date sono pubblicate periodicamente sul sito dell'ateneo a questo collegamento.

I mesi in cui sono programmate le sedute di laurea sono indicate nel calendario accademico a questo collegamento.

In seduta di laurea la Commissione per la prova finale è composta da almeno 5 membri di cui almeno 3 devono essere professori o ricercatori di ruolo.

Le Commissioni sono nominate dal Direttore di Dipartimento.

Eventuali sostituzioni dei membri della Commissione devono essere autorizzate dal Direttore di Dipartimento.

Il corso di laurea si conclude con la discussione della tesi e della relazione finale di tirocinio che costituiscono, unitariamente, esame avente anche valore abilitante all'insegnamento nella scuola dell'infanzia e nella scuola primaria. A tale scopo la commissione, nominata dalla competente autorità accademica, è integrata da due docenti tutor e da un rappresentante designato dall'Ufficio scolastico regionale (art. 6, comma 5, D.M. n. 249 del 10/9/2010).

La Commissione, sentito il candidato, sentito il relatore, attribuisce il punteggio da 0 a 5 da aggiungere alla media ponderata, espressa in cento decimi dei voti riportati negli esami di profitto (le lodi non concorrono alla formazione del punteggio). Le attività di tirocinio attribuiscono 1 punto o una sua frazione* che si aggiunge alla media su 110 della carriera universitaria.

*L'attribuzione del punteggio dell'attività di tirocinio è calcolata nel seguente modo:
al termine di ogni percorso di tirocinio del T1 (II anno), del T2 (III anno) e del T3 (IV anno) è attribuito un giudizio al percorso svolto che va da un minimo di sufficiente ad un massimo di ottimo corrispondente ad un punteggio secondo la seguente scala:

 
SUFFICIENTE 0,05
BUONO 0,10
DISTINTO 0,15
OTTIMO 0,20

La valutazione dell'ultimo anno T4 (V anno) è calibrata sulla seguente scala:

 
SUFFICIENTE 0,10
BUONO 0,20
DISTINTO 0,30
OTTIMO 0,40

Al termine dei quattro anni di tirocinio si sommano i punteggi ottenuti nel corso degli anni e si rapportano alla seguente tabella per determinare il punteggio per la seduta di laurea:

 
Somma punteggi parziali Punteggio attribuito in seduta laurea
Da 0,25 a 0,40 0,25
Da 0,45 a 0,60 0,50
Da 0,65 a 0,80 0,75
Da 0,85 a 1 1

Due punti aggiuntivi sono assegnati agli studenti che conseguono la laurea entro i cinque anni di corso anche nel caso di trasferimento, passaggio o secondo titolo, purché il numero delle iscrizioni al corso in Scienze della Formazione Primaria non superi la durata legale del corso.

Esempio: lo studente iscritto al I anno di un altro corso di laurea che effettua trasferimento o passaggio a Scienze della Formazione Primaria e termina la sua carriera entro il V anno, oppure uno studente già in possesso di una laurea che, per abbreviazione di corso, è iscritto al II/III anno e termina la sua carriera entro il V anno.

Ulteriori 1 o 2 punti aggiuntivi possono essere assegnati ed aggiunti, alla media su 110, allo studente che consegue le attività previste che danno diritto a punti Bonus indicati a questo collegamento.

Laddove il candidato si presenti alla prova finale con una media ponderata almeno pari a 105/110, la Commissione può attribuire la lode all'unanimità.

Per tesi eccezionali, su proposta del relatore e con voto unanime della commissione, il Direttore di Dipartimento può disporre la pubblicazione dell'elaborato nella sezione dedicata del sito web di Ateneo.

Art. 4 - Discussione della tesi e proclamazione
(Laurea quadriennale)

Le date sono pubblicate periodicamente sul sito dell'ateneo a questo collegamento.

I mesi in cui sono programmate le sedute di laurea sono indicate nel calendario accademico a questo collegamento.

In seduta di laurea la Commissione per la prova finale è composta da almeno 5 membri di cui almeno 3 devono essere professori o ricercatori di ruolo.

Le Commissioni sono nominate dal Direttore di Dipartimento.

Eventuali sostituzioni dei membri della Commissione devono essere autorizzate dal Direttore di Dipartimento.

Nella seduta di laurea è prevista, altresì, la presenza (art. 5 punto 3 L. 53/2003) di un rappresentante del Miur che partecipa pleno iure in qualità di membro a tutti i lavori della Commissione; nella Commissione è prevista la presenza di un supervisore del tirocinio; il candidato svolge una breve relazione in merito al tirocinio.

Le attività di tirocinio sono valutate con l'attribuzione di un punto o di una sua frazione; detta valutazione viene effettuata dal coordinamento alle attività di tirocinio e si aggiunge alla media su centodieci della carriera universitaria.

La Commissione, sentito il candidato, sentito il relatore, attribuisce un punteggio da 0 a 5 da aggiungere alla media aritmetica della carriera universitaria, espressa in centodecimi, dei voti riportati negli esami di profitto (le lodi non concorrono alla formazione del punteggio). Al fine di incentivare gli studenti più meritevoli, un punto aggiuntivo viene assegnato qualora la laurea sia conseguita entro il termine previsto (non ha diritto al bonus lo studente che ha effettuato ulteriori iscrizioni presso altro Ateneo o altro corso di laurea, se la somma delle iscrizioni pregresse e quelle effettuate nel corso attuale supera la durata legale del corso).

La lode è attribuita dalla Commissione all'unanimità. Per tesi eccezionali, su proposta del relatore e con voto unanime della commissione, il Direttore di Dipartimento può disporre la pubblicazione dell'elaborato su apposita pagina on line del Dipartimento.

I candidati che conseguano il titolo finale delle attività didattiche aggiuntive per l'handicap ricevono, dopo l'apposita, breve, esposizione, lo specifico voto in trentesimi, mediante l'attribuzione di un punteggio da 0 a 2.

Art. 5 - Riprese fotografiche

Il candidato può conferire l'incarico di effettuare riprese fotografiche durante la discussione dell'elaborato di laurea e durante la cerimonia di proclamazione a una sola persona, fotografo professionista o meno. Durante le sedute di laurea non sono ammesse riprese filmate.

Approvato nel C.d.F. del 21/11/2017 e successive modifiche

© 2004/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0