Dipartimento di
Scienze formative, psicologiche e della comunicazione

Servizio LePrE
Informazioni in tempo reale su orari delle Lezioni, Programmi di studio e appelli d'Esame

Versione stampabile

Attività laboratoriali area tecnologie didattiche
Corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria
CFU: 3
SSD: N.D.
Docente: Fernando Sarracino
Anno Accademico 2019/2020

 

Versione italiana

Prerequisiti
Conoscenze teoriche e metodologiche e padronanza del linguaggio scientifico relativi all'area delle scienze pedagogiche, con particolare riferimento al SSD della Didattica generale (M-Ped/03)

Obiettivi
Obiettivo del Laboratorio è quello di fornire ai corsisti competenze metodologico-didattiche inerenti all’utilizzo di dispositivi tecnologici e dei relativi linguaggi mediali nella costruzione di percorsi didattici. In questo modo, il corso si propone di far acquisire agli studenti il paradigma secondo il quale le ICT diventano abilitanti, quotidiane, ordinarie, al servizio dell’attività scolastica, contaminando e, di fatto, ricongiungendo tutti gli ambienti della scuola: classi, ambienti comuni, spazi laboratoriali, spazi individuali e spazi informali.

Contenuto
Ai corsisti verranno presentati diversi dispositivi per la progettazione didattica supportata dalle tecnologie. In particolar modo, contenuti del corso saranno: il metodo sewcom, gli editor di mappe concettuali, il Learning Designer, gli spazi e i dispositivi per la flipped classroom, gli spazi digitali per l’erogazione della didattica on-line e per la condivisione della conoscenza, Edmodo, l’utilizzo dei social media per la didattica, riconoscendone potenzialità e criticità, la produzione di materiali didattici digitali.

Testi adottati
Materiali messi a disposizione del docente al corso e/o prodotti dai corsisti durante il laboratorio.

Bibliografia di riferimento
- Filippo Ceretti, Damiano Felini, Roberto Giannatelli (a cura di), Primi passi nella media education. Curricolo di educazione ai media per la scuola primaria, Erickson, Trento, 2006.
- Giovanni Bonaiuti, Didattica attiva con i video digitali. Metodi, tecnologie, strumenti per apprendere in classe e in rete, Erickson, Trento, 2010.
- Maurizio Maglioni, Fabio, La classe capovolta. Innovare la didattica con il flipped classroom, Erickson, Trento, 2014.
- Pier Giuseppe Rossi, Catia Giaconi (a cura di), Micorprogettazione: pratiche a confronto. PROPIT, EAS, Flipped Classsroom. Franco Angeli, Milano, 2016.

- Michael Henderson And Geoff Romeo, Teaching and Digital Technologies: Big Issues and Critical Questions, Cambridge University Press, 2015.
- Gary Beauchamp, Computing and ICT in the Primary School: From pedagogy to practice, Routledge, London, 2016.

Metodo di insegnamento
In occasione di ciascun incontro, ai corsisti verranno presentati dispositivi digitali per la progettazione di interventi formativi. Una volta delineate le caratteristiche e le criticità di ciascuno di essi attraverso lezioni frontali supportate dall’utilizzo di presentazioni in ppt e di video, ai corsisti verrà chiesto di progettare in gruppo dei percorsi didattici facendo ricorso ai dispositivi incontrati durante la lezione. Le attività di progettazione si svolgeranno sia in classe, sotto la supervisione del docente, sia all’interno di spazi digitali che il docente metterà a disposizione degli studenti.

Metodo di valutazione
Prova orale
Valutazione progetto
Valutazione itinere
In sede di esame orale i corsisti discuteranno individualmente le attività svolte durante il corso, sia in classe che negli spazi di condivisione on-line e la valutazione sarà effettuata sia a partire dalla capacità dello studente di rileggere criticamente le attività svolte durante il laboratorio sia sulla base dell’impegno profuso nelle attività e/o nelle esercitazioni svolte dai corsisti durante il corso.

 

English version

Prerequisites
Theoretical and methodological knowledge and mastery of the scientific/academic language related to the area of educational sciences, with particular reference to the teaching/learning science.

Learning outcomes
Aim of the Laboratory is to provide students with methodological-didactic skills concerning the use of technological devices and the related media languages in designing educational paths. In this way, the course aims to provide students with the paradigm according to which ICTs become enabling, everyday use, ordinary, at the service of school activities, contaminating and, in fact, bringing together all the school environments: classes, learning environments, laboratory spaces, individual spaces, and informal spaces.

Course contents
The students will be presented with various devices for educational design supported by technology. In particular, the course contents will be: the 'Sewcom method', conceptual map editors, the 'Learning Designer', spaces and devices for the flipped classroom, digital spaces for on-line education and to share knowledge, the 'Edmodo', the use of social media for teaching, recognizing their potential and critical issues, the production of digital teaching materials.

Text Books
Materials made available by the teacher during the course and/or produced by the students during the workshop.

Bibliography
- Filippo Ceretti, Damiano Felini, Roberto Giannatelli (a cura di), Primi passi nella media education. Curricolo di educazione ai media per la scuola primaria, Erickson, Trento, 2006.
- Giovanni Bonaiuti, Didattica attiva con i video digitali. Metodi, tecnologie, strumenti per apprendere in classe e in rete, Erickson, Trento, 2010.
- Maurizio Maglioni, Fabio, La classe capovolta. Innovare la didattica con il flipped classroom, Erickson, Trento, 2014.
- Pier Giuseppe Rossi, Catia Giaconi (a cura di), Micorprogettazione: pratiche a confronto. PROPIT, EAS, Flipped Classsroom. Franco Angeli, Milano, 2016.

- Michael Henderson And Geoff Romeo, Teaching and Digital Technologies: Big Issues and Critical Questions, Cambridge University Press, 2015.
- Gary Beauchamp, Computing and ICT in the Primary School: From pedagogy to practice, Routledge, London, 2016.

Teaching methods
Each lesson, the students will be presented with digital devices for the design of educational interventions. Once the characteristics and criticalities of each of them have been outlined through lectures supported by the use of ppt and video presentations, the students will be asked to design in a group didactic paths using the devices encountered during the lesson. The design activities will take place both in the classroom, under the supervision of the teacher, and within digital spaces that the teacher will make available to the students.

Assessment methods
Oral Examination
Project Assessment
Continuous Assessment
During the oral examination the students will individually discuss the activities carried out during the course, both in classroom and on online sharing spaces; the assessment will be carried out both starting from students' competence to critically re-read the activities carried out during the workshop both on the basis of the efforts made in the activities and/or the exercises carried out by the students during the course.

 


Nota bene: per verificare la validità dei programmi degli anni accademici precedenti controllare su LePrE, nella scheda del singolo corso, le note presenti nelle sezioni orari di ricevimento e/o appelli di esame.
 

Ultimo aggiornamento: 1.10.2019 ore 16:16

© 2004/21 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0