Dipartimento di
Scienze formative, psicologiche e della comunicazione

Servizio LePrE
Informazioni in tempo reale su orari delle Lezioni, Programmi di studio e appelli d'Esame

Versione stampabile

Pedagogia delle organizzazioni
Corso di Laurea in Consulenza pedagogica (Laurea magistrale interclasse)
CFU: 6
SSD: M-PED/01
Docente: Maria D'Ambrosio
Anno Accademico 2020/2021

 

Versione italiana

Prerequisiti
Nessun prerequisito richiesto

Obiettivi
Obiettivo dell’insegnamento è l’acquisizione di conoscenze in ambito psico-pedagogico da trasferire in competenze progettuali e gestionali per la formazione degli adulti e l’organizzazione delle risorse umane.

Contenuto
Il corso è occasione per approfondire in chiave critica la categoria del divenire secondo una prospettiva bio-pedagogica per riflettere sulla condizione umana e far emergere una cultura del lavoro che guarda alle organizzazioni come ambienti di vita e ‘spaziFormanti’ di interesse per chi si occupa del divenire e dei processi di (tra)formazione continua che in quei contesti è possibile generare e nutrire. Una cultura del lavoro attenta alla crescita personale viene integrata ad una visione sistemica che guarda alla qualità delle relazioni nei contesti organizzativi e guarda alla necessità di innovare i quadri epistemologici e metodologici del fare conoscenza e formazione.
Il corso è centrato sull’approccio biologico alla formazione e su una metodologia ‘embodied’, per sperimentare e progettare l’uso dell’arte performativa per sviluppare conoscenza e cognizione nella gestione dei gruppi e nei contesti organizzativi.

Testi adottati
Arendt, Hannah, 1956, Vita activa. La condizione umana, Milano, Bompiani.
Siegel, Daniel, 1999, La mente relazionale. Neurobiologia dell’esperienza interpersonale, Milano, Raffaello Cortina
Carpenzano-D’Ambrosio-Latour, e-Learning. Electric Extended Embodied, ETS.

Bibliografia di riferimento
MD’A, Dove la cognizione prende corpo: la cinetica e la plasticità degli ambienti sensibili, in: Sibilio, M., a cura di, Vicarianza e Didattica. Corpo, cognizione, insegnamento, Brescia, La Scuola, 2016.
MD’A., 2016, La stratificazione multisensoriale della macchina letteraria. Una metodologia intercodice, in: E. Corbi (a cura di), La literacy in lettura. Prospettive pedagogiche e didattiche, Lecce: Pensa MultiMedia, 2016.
MD’A-Aisu, Hirotsugu, 2016, Verso lo spazioFormante: intercodice multiagente autonomo. Progettare ambienti di apprendimento generativi, in: Metis, anno VI, numero 2, 12/2016.
MD’A, 2017, Per un Umanesimo digitale. Apprendimento e formazione al tempo del web 3.0, in: Scienze e Ricerche, n°47, aprile 2017.
MD’A, 2017, L’arte come spazio necessario: dove prende corpo il Sublime, Kayak, 4, 2017.
MD’A, 2017, Quando il museo si fa patrimonio comune: il teatro delle donne di Forcella a Palazzo Zevallos, Metis, anno VII, vol 13, n. 2, dicembre 2017.
MD’A, 2018, ArteFormante per l’educazione del futuro, in: Moreno-Parrello-Iorio, a cura di, Sconfini dell’educazione, Molfetta, Edizioni La meridiana.
MD’A, 2019, Teatro Scuola Vedere Fare. Spazi pratiche estetiche per una poetica pedagogica, Napoli, Liguori.
MD’A-Diamare, 2019, La metodologia embodied per le disabilità sensoriali, in: Research Trend in Humanities Education & Philosophy, gennaio 2019.
MD’A, Per una pedagogia del sentire. Il fuoco e la saggezza di maestro e allievo, in: METIS, 1/2019.
MD’A, L’essenziale del Piccolo principe. Dispositivi normativi e pluralità di mondi, in: Casucci, a cura di, Il volto umano del diritto, Edizioni Scientifiche Italiane, 2019.

Metodo di insegnamento
il corso sarà erogato a distanza con lezioni strutturate in forma seminariale e laboratoriale

Metodo di valutazione
Prova orale
La valutazione fa riferimento alla discussione critica dei testi indicati nel programma di esame

 

English version

Prerequisites
no requirement

Learning outcomes
The aim of the course is to acquire knowledge in the psycho-pedagogical field to be transferred to design and management skills for adult training and the organization of human resources.

Course contents
The course is an opportunity to intercept the category of active life to reflect on the human condition through unity thinking-doing and bringing out a work culture that looks at organizations as living environments and 'spaces Formants' of interest to those who deal with becoming and continuous training processes that can be generated and nurtured in those contexts. A culture of work attentive to personal growth is integrated with a systemic vision that looks at the quality of relationships in organizational contexts and uses theater as a transformative methodology for a development capable of enhancing differences.
The course focuses on the neuro-biological approach and on an 'embodied' methodology, to experiment the use of performative art to develop knowledge and cognition in groups and in organizational contexts.

Text Books
Arendt, Hannah, 1956, Vita activa. La condizione umana, Milano, Bompiani.
Siegel, Daniel, 1999, La mente relazionale. Neurobiologia dell’esperienza interpersonale, Milano, Raffaello Cortina
Carpenzano-D’Ambrosio-Latour, e-Learning. Electric Extended Embodied, ETS.

Bibliography
MD’A, Dove la cognizione prende corpo: la cinetica e la plasticità degli ambienti sensibili, in: Sibilio, M., a cura di, Vicarianza e Didattica. Corpo, cognizione, insegnamento, Brescia, La Scuola, 2016.
MD’A., 2016, La stratificazione multisensoriale della macchina letteraria. Una metodologia intercodice, in: E. Corbi (a cura di), La literacy in lettura. Prospettive pedagogiche e didattiche, Lecce: Pensa MultiMedia, 2016.
MD’A-Aisu, Hirotsugu, 2016, Verso lo spazioFormante: intercodice multiagente autonomo. Progettare ambienti di apprendimento generativi, in: Metis, anno VI, numero 2, 12/2016.
MD’A, 2017, Per un Umanesimo digitale. Apprendimento e formazione al tempo del web 3.0, in: Scienze e Ricerche, n°47, aprile 2017.
MD’A, 2017, L’arte come spazio necessario: dove prende corpo il Sublime, Kayak, 4, 2017.
MD’A, 2017, Quando il museo si fa patrimonio comune: il teatro delle donne di Forcella a Palazzo Zevallos, Metis, anno VII, vol 13, n. 2, dicembre 2017.
MD’A, 2018, ArteFormante per l’educazione del futuro, in: Moreno-Parrello-Iorio, a cura di, Sconfini dell’educazione, Molfetta, Edizioni La meridiana.
MD’A, 2019, Teatro Scuola Vedere Fare. Spazi pratiche estetiche per una poetica pedagogica, Napoli, Liguori.
MD’A-Diamare, 2019, La metodologia embodied per le disabilità sensoriali, in: Research Trend in Humanities Education & Philosophy, gennaio 2019.
MD’A, Per una pedagogia del sentire. Il fuoco e la saggezza di maestro e allievo, in: METIS, 1/2019.
MD’A, L’essenziale del Piccolo principe. Dispositivi normativi e pluralità di mondi, in: Casucci, a cura di, Il volto umano del diritto, Edizioni Scientifiche Italiane, 2019.

Teaching methods
Laboratory and seminar lessons

Assessment methods
Oral Examination
Critical discussion on texts indicated ad exam programme

Ultimo aggiornamento: 29.10.2020 ore 13:21

© 2004/21 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0