Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli
Dipartimento di Scienze formative, psicologiche e della comunicazione
Modalità di navigazione
Percorso
Contenuto

Servizio LePrE
Informazioni in tempo reale su orari delle Lezioni, Programmi di studio e appelli d'Esame

Versione stampabile

Comunicazione e linguaggi musicali
Corso di Laurea in Scienze dell'Educazione
CFU: 6
SSD: L-ART/07
Docente: Alfredo D'Agnese
Anno Accademico 2023/2024

 

Versione italiana

Prerequisiti
Conoscenza dei concetti basilari di cultura di massa; conoscenza delle strutture e dell’‘industria dei contenuti’ come sistema di produzione, promozione e di distribuzione; conoscenza basica delle regole di marketing; nozioni di storia della globalizzazione; nozioni di storia dei media, della cinematografia e della musica.

Obiettivi
L’allievo dovrà acquisire piena conoscenza e padronanza dei linguaggi delle megacorporations, delle industrie crossmediali legate al suono e all’immagine.
L’obiettivo del corso è inoltre di fornire agli studenti:
- la capacità di ricostruire storicamente e analizzare un percorso che vede annodarsi insieme storia, attualità, sociologia, tecnologia avanzata, movimenti culturali e stili sonori.
- La conoscenza dei principali paradigmi dei cultural studies che attraversano il suono in cui siamo immersi da due secoli e i loro ultimi sviluppi.
- strumenti con cui affrontare e interpretare i media mettendoli in connessione tra di loro.

Contenuto
L’impianto del corso si snoda su cinque direttrici:
- i linguaggi musicali e gli stili attraverso il mondo della comunicazione a partire dai call e dai cries di fine Seicento fino ad arrivare all’hip hop e all’Electronic dance music;
- il ruolo del piccolo schermo nella comunicazione della musica;
- cinema: commento sonoro, documento artistico e video clip:
- i linguaggi e lo schermo ‘liquido’: dalla telefonia mobile alla musica immateriale e condivisa
- il passaggio dall’industria culturale classica, a quella dei contenuti e l’ultima trasformazione – in corso – in industria di servizi.
Partendo da una prospettiva storica, il corso affronta i temi della Sfida e della Risposta (Arnold Toynbee), della Storia come testimonianza (Paul Ricoeur, “Tempo e Racconto”), della musica come merce, come prodotto d’arte e come rappresentazione di movimenti d’opinione.
Il quadro storico-critico è il primo passo per affrontare i cambiamenti dell’industria culturale trasformatasi negli ultimi decenni in Industria dei contenuti e oggi ancora in evoluzione grazie ai social network e alle loro applicazioni. I ruoli di contenitori e contenuti nell’ambito della sociologia dei processi culturali si fondono e si confondono: la musica da vedere, a tratti è la protagonista, a tratti funge da rumore di sottofondo sul piccolo come sul grande schermo e infine sulle piattaforme digitali e sullo smartphone.

Testi adottati
Parte generale
Banti, A.M., Wonderland , Laterza Editore, 2017
Martel, F., Mainstream, Feltrinelli, 2010.

Parte Speciale
Cerchiari, L., Storia del Musical, Giunti Editore, 2017
Fabbri F., Il tempo di una canzone, Jaca Book, 2021

Per i non frequentanti aggiungere al programma:
Chion, M., L' audiovisione. Suono e immagine nel cinema, Lindau editore, 2017.
Sibilla, G., I Linguaggi della Musica Pop, (cap 1, da pag. 17 a pag. 79); cap. 7 ,da pag. 255 a pag. 288), Bompiani 2003

Studenti Erasmus (con precaria conoscenza dell’italiano e non frequentanti il corso)
Byrne, D., Come funziona la musica, Bompiani 2013

Bibliografia di riferimento
Bertoncelli, R., Storia leggendaria della musica rock, Giunti, 2016
Byrne, D., Come funziona la musica, Bompiani 2013
Castaldo, G., La terra promessa. Quarant’anni di cultura rock (1954-1994), Feltrinelli 1994
Chambers, I., Ritmi urbani – pop music e cultura popolare, Costa & Nolan 1986
Eisenberg, E., L’angelo con il fonografo. Musica, dischi e cultura da Aristotele a Zappa, Torino Instar 1997
Fabbri, F. , Il suono in cui viviamo, Arcana 2002
Frith, S., Sociologia del rock, Feltrinelli 1982
Martel, F., Smart – Inchiesta sulle Reti, Feltrinelli 2015
Middleton, R., Studiare la popular music, Feltrinelli 2001
Reynolds, S., Retromania, Isbn 2011
Reynolds, S., Futuromania, Minimum Fax, 2021
Ross A., Senti questo, Bompiani, 2011
Sessa C. Improvviso singolare. Un secolo di jazz, 2015
Shepherd, J., La musica come sapere sociale, Unicopli, MIlano 1988
Eisenberg, E., L’angelo con il fonografo. Musica, dischi e cultura da Aristotele a Zappa, Torino Instar 1997
Witt, S., Free. La fine dell'industria discografica L'inizio del nuovo mondo musicale, Einaudi 2016
Patrik Wikstrom, The music industry (second edition), Polity books, 2014

Metodo di valutazione
Prova orale
- Modalità: La sessione di esame è orale e si svolge in due tempi (nella stessa sessione); nel primo il candidato espone con l’assistente la parte speciale del corso; nella seconda risponde al docente del corso sul programma generale.
- Parametri di valutazione:
1) conoscenza della storia della musica extracolta contemporanea dal passaggio della musica classica fino alla musica rap;
2) capacità di connettere e mettere in relazione i movimenti musicali con i principali eventi storici e culturali degli ultimi due secoli;
3) conoscenza delle relazioni tra il mondo della comunicazione di massa (analogica e digitale) e lo scenario musicale;
4) conoscenza dei principali paradigmi dei cultural studies che attraversano lo scenario musicale internazionale dall’inizio del XX° secolo a oggi e i loro ultimi sviluppi;
5) capacità di organizzare e di ordinare cronologicamente la conoscenza; capacità di ragionamento critico sullo studio realizzato; qualità dell’esposizione, competenza nell’impiego del lessico specialistico, efficacia, linearità.
Criteri di gradazione del voto: Valutazione espressa in trentesimi. Particolare rilievo, ai fini del punteggio, sarà attribuito alla qualità dell'argomentazione delle proprie conoscenze, sia sotto il profilo della consequenzialità storica sia della ricchezza e pertinenza del lessico.

 

English version

Prerequisites
Knowledge of the basic concepts of mass culture; knowledge of structures and the 'content industry' as a system of production, promotion and distribution; basic knowledge of marketing rules; notions of the history of globalization; notions of media history, cinematography and music.

Learning outcomes
The student will have to acquire full knowledge and mastery of the languages of megacorporations, of cross-media industries related to sound and image.
The aim of the course is also to provide the students with the necessary knowledge:
- the ability to historically reconstruct and analyze a path that sees history, current events, sociology, advanced technology, cultural movements and sound styles tied together.
- The knowledge of the main paradigms of cultural studies that cross the sound in which we have been immersed for two centuries and their latest developments.
- Tools with which to confront and interpret the media by connecting them to each other.

Course contents
- musical languages and styles through the world of communication from the calls and cries of the late seventeenth century to hip hop and electronic dance music;
- the role of the small screen in music communication;
- cinema: sound commentary, artistic document and video clip:
- languages and the 'liquid' screen: from mobile phones to immaterial and shared music
- the transition from the classical cultural industry to the content industry and the latest transformation - in progress - into a service industry.
Starting from a historical perspective, the course deals with the themes of Challenge and Response (Arnold Toynbee), History as a testimony (Paul Ricoeur, "Time and Tale"), music as a commodity, as an art product and as a representation of opinion movements.
The historical-critical framework is the first step to deal with the changes in the cultural industry which in recent decades has become a content industry and is still evolving today thanks to social networks and their applications. The roles of containers and content in the sociology of cultural processes merge and merge: music to be seen is sometimes the protagonist, sometimes it acts as background noise on the small as well as on the big screen and finally on digital platforms and smartphones.

Text Books
General part
Banti, A.M., Wonderland , Laterza Editore, 2017
Martel, F., Mainstream, Feltrinelli, 2010.

Special part
Cerchiari, L., Storia del Musical, Giunti Editore, 2017
Fabbri F., Il tempo di una canzone, Jaca Book, 2021

For non-attending students
Chion, M., L' audiovisione. Suono e immagine nel cinema, Lindau editore, 2017.
Sibilla, G., I Linguaggi della Musica Pop, (cap 1, da pag. 17 a pag. 79); cap. 7 ,da pag. 255 a pag. 288), Bompiani 2003

Erasmus students (with precarious knowledge of Italian language and not attending the course)
Byrne, D., How Music Works, Canongate Books Ltd, 2013

Bibliography
Bertoncelli, R., Storia leggendaria della musica rock, Giunti, 2016
Byrne, D., Come funziona la musica, Bompiani 2013
Castaldo, G., La terra promessa. Quarant’anni di cultura rock (1954-1994), Feltrinelli 1994
Chambers, I., Ritmi urbani – pop music e cultura popolare, Costa & Nolan 1986
Eisenberg, E., L’angelo con il fonografo. Musica, dischi e cultura da Aristotele a Zappa, Torino Instar 1997
Fabbri, F. , Il suono in cui viviamo, Arcana 2002
Frith, S., Sociologia del rock, Feltrinelli 1982
Martel, F., Smart – Inchiesta sulle Reti, Feltrinelli 2015
Middleton, R., Studiare la popular music, Feltrinelli 2001
Reynolds, S., Retromania, Isbn 2011
Reynolds, S., Futuromania, Minimum Fax, 2021
Ross A., Senti questo, Bompiani, 2011
Sessa C. Improvviso singolare. Un secolo di jazz, 2015
Shepherd, J., La musica come sapere sociale, Unicopli, MIlano 1988
Eisenberg, E., L’angelo con il fonografo. Musica, dischi e cultura da Aristotele a Zappa, Torino Instar 1997
Witt, S., Free. La fine dell'industria discografica L'inizio del nuovo mondo musicale, Einaudi 2016
Patrik Wikstrom, The music industry (second edition), Polity books, 2014

Assessment methods
Oral Examination
- Method: Oral examination; takes place in two parts (in the same session); in the first the candidate explains the special part of the course with the teaching assistant; in the second he responds to the course teacher on the general program.
- Evaluation parameters: 1) knowledge of the history of contemporary music from the passage of classical music to rap music;
2) ability to connect and relate musical movements with the main historical and cultural events of the last two centuries;
3) knowledge of the relationships between the world of mass communication (analogue and digital) and the musical scene;
4) knowledge of the main paradigms of Cultural studies that cross the international musical and media scene from the beginning of the 20th century to the present day and their latest developments;
5) ability to organize and chronologically order knowledge; critical reasoning skills on the study carried out; quality of presentation, competence in the use of specialist vocabulary, effectiveness, linearity.

30-point scale. Particular importance, for the purposes of the score, will be attributed to the quality of the argumentation of one's knowledge, both in terms of historical consequentiality and the richness and relevance of the vocabulary.

Ultimo aggiornamento: 23.10.2023 ore 11:33

Menù del Dipartimento
Menù rapido
Menù principale
Conformità agli standard

XHTML 1.0CSS 3 | Conforme alle linee guida per l'accessibilità ai contenuti del Web - livello tripla A


© 2004/24 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  | Crediti