Facoltà di
Scienze della Formazione

Corso di laurea magistrale interclasse in
Pedagogia e formazione continua: scuola, comunità, territorio

a.a. 2017/18

Prospettive occupazionali

Esperto nella consulenza pedagogica e nel coordinamento dei servizi educativi

Funzione in un contesto di lavoro:
Le principali funzioni che il professionista formato dal Corso potrà svolgere sono la progettazione e il coordinamento dei servizi educativi, anche per la formazione continua, la formazione degli adulti e la formazione a distanza; la consulenza di alto profilo in contesti istituzionali e professionali, pubblici e privati, che richiedono esperienza e capacità di ricerca nel settore della formazione in ambito teorico e/o applicato.

Le competenze pedagogiche specialistiche associate alla funzione nel contesto di lavoro sono:
- la padronanza di specifiche metodologie per la ricerca educativa e di teorie e metodi per la consulenza pedagogica rivolta sia a singoli, sia a servizi educativi pubblici e privati;
- la capacità di svolgere attività di progettazione, coordinamento e valutazione di iniziative e interventi educativi in stretto collegamento ai bisogni territoriali e riferibili alle aree dei servizi alla persona e alle comunità;
- la capacità di lettura, analisi e interpretazione delle problematiche specifiche inerenti lo sviluppo di un processo di formazione.

Competenze associate alla funzione:
Gli sbocchi professionali per i quali il CdS fornisce una preparazione utilizzabile nei primi anni di impiego nel mondo del lavoro sono la programmazione e gestione di interventi nelle istituzioni scolastiche, nei servizi educativi e formativi erogati da enti pubblici e privati; la direzione e/o il coordinamento di servizi in campo educativo e formativo; la consulenza pedagogica a livello individuale, di gruppo o di comunità.

Sbocchi occupazionali:
Il laureato avrà le competenze necessarie per esercitare, presso enti pubblici e aziende private, la professione di:
- consulente pedagogico a livello individuale, di gruppo e di comunità e nelle diverse agenzie e servizi educativi;
- coordinatore dei servizi educativi;
- specialista della formazione e della ricerca educativa;
- consulente nella progettazione e gestione di interventi nelle istituzioni scolastiche e nei diversi tipi di servizi in campo educativo e formativo.

I laureati, inoltre, possono trovare occupazione nell'ambito dell'insegnamento scolastico, dopo aver completato il processo abilitativo e concorsuale previsto dalla normativa vigente.

Specialista nelle scienze umane e nella formazione continua

Funzione in un contesto di lavoro:
La figura professionale in uscita potrà:
- accedere ai percorsi abilitativi per l'insegnamento delle scienze umane;
- progettare e gestire attività di ricerca e di sperimentazione didattica nel campo della formazione per l'insegnamento;
- valutare il sistema della formazione scolastica;
- svolgere la funzione di certificazione delle competenze.

Competenze associate alla funzione:
Il laureato al termine dei due anni avrà i requisiti curriculari per:
- accedere al TFA (Tirocinio Formativo Attivo) per le classi di insegnamento A037 (Filosofia e storia) e A036 (Filosofia, psicologia e scienze dell'educazione), attraverso le modalità previste dalla normativa vigente;
- svolgere un ruolo professionale in istituzioni, enti pubblici, organismi del terzo settore, servizi per l'impiego e aziende private che erogano azioni e interventi di formazione continua.

I laureati magistrali, operando nell'area delle scienze umane e degli interventi e dei servizi formativi rivolti agli adulti (ordinati ad azioni di formazione professionale, educazione degli adulti, aggiornamento, riqualificazione, orientamento e bilancio di competenze, inserimento lavorativo e formazione permanente) possiederanno le seguenti competenze:
- competenza nelle discipline pedagogiche e metodologico-didattiche, con particolare riguardo alla specificità dell'apprendimento in età adulta e ai modelli e metodi di progettazione, gestione, bilancio di competenze e valutazione degli interventi di formazione continua;
- conoscenze approfondite dei metodi di analisi dei bisogni formativi delle persone e delle organizzazioni, della gestione e della valutazione delle risorse umane inserite in aziende e/o organizzazioni, e delle dinamiche occupazionali, con specifica attenzione alle correlazioni tra mercato del lavoro e domanda di formazione;
- avanzate conoscenze etiche, economiche, giuridiche e politiche relative all'organizzazione scolastica, alla gestione delle imprese, alla politica economica, alle politiche della formazione e alla relativa legislazione europea, nazionale e regionale;
- padronanza dei principali strumenti informatici e della comunicazione telematica con specifico riferimento alla formazione a distanza;
- possesso fluente, in forma scritta e orale, della lingua inglese con riferimento anche ai lessici disciplinari.

Sbocchi occupazionali:
Gli sbocchi occupazionali e le attività professionali riguardano prevalentemente l'accesso ai percorsi abilitativi per l'insegnamento delle scienze umane previsti dalla normativa vigente e l'esercizio di attività professionali nel settore della formazione continua.

© 2004/18 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0