ARGeNtWEB

Flash-Jus

Ultimi orientamenti in tema di usura

Con ordinanza del 28 gennaio 2014, il Tribunale di Milano si è pronunciato su una controversia nella quale il cliente affermava la sussistenza di una fattispecie di usura originaria. Nel condividere il principio affermato dalla Corte di Cassazione con sentenza n. 350/13, secondo il quale la verifica del rispetto della soglia d'usura va estesa alla pattuizione del tasso di mora, il Tribunale di Milano ha ritenuto che, ove detto tasso risulti pattuito in termini da superare il tasso soglia rilevato all'epoca del stipulazione del contratto, la pattuizione del tasso di mora è nulla ai sensi dell'art. 1815 comma 2 c.c.. Pertanto, in caso di ritardo o inadempimento, non potrebbero essere applicati interessi di mora, ma sarebbero unicamente dovuti i soli interessi corrispettivi, ove pattuiti nel rispetto del tasso soglia.

n° 1017 - giovedì 6 marzo 2014
vai alla fonte Diritto bancario
tag Usura | Mora



© 2004/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0