ARGeNtWEB

Flash-Jus

Gogna per i consumatori... in bolletta?

Il Garante Privacy ha avviato una consultazione sulle regole relative alla banca dati di prossima istituzione nell'ambito dei servizi di comunicazione elettronica per individuare i morosi. Il cosiddetto SIT (Sistema informatico integrato), potrà essere consultato dagli operatori del settore per verificare l'affidabilità dei clienti prima di procedere alla stipula di nuovi contratti: in pratica servirà a individuare i cattivi pagatori. Il principale limite all'azione delle aziende sembra riguardare l'inserimento del dato relativo al mancato pagamento, che non potrà essere registrato se non dopo tre mesi dalla cessazione del contratto, e per una morosità non inferiore a 100 euro. Ulteriore onere a carico dell'operatore è l'obbligo di avvertire il cliente dell'imminente iscrizione, ove non regolarizzi il pagamento.

n° 1059 - giovedì 24 aprile 2014
vai alla fonte Punto-Informatico
tag Privacy | Garante privacy | Dati personali | Consumatori



© 2004/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0