ARGeNtWEB

Flash-Jus

Navigo, ergo... copio? La CGE risponde

Visitare sul web contenuti "coperti" da copyright comporta necessariamente due conseguenze: la riproduzione del contenuto sullo schermo del proprio pc e la conservazione, nella memoria temporanea del medesimo, di copie del contenuto tutelato. Pertanto, la PRCA e la NLA (enti inglesi che si occupano di relazioni pubbliche e di editoria) hanno richiesto alla Corte di Giustizia Europea una interpretazione dell'articolo 5 della direttiva 2001/29/CE, in merito all'obbligo di ottenere un'autorizzazione dei titolari di diritti d'autore per le opere consultate su siti web. La risposta, datata 5 giugno 2014: le copie sullo schermo del computer del "navigatore" e le consequenziali copie nella «cache» del disco fisso del pc hanno caratteristiche tali da poter essere realizzate senza l'autorizzazione dei titolari di diritti d'autore.

n° 1089 - giovedì 12 giugno 2014
vai alla fonte Diritto d'autore
tag Corte di Giustizia | Diritto d'autore | Copyright | Diritto di copia



© 2004/23 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0