ARGeNtWEB

Flash-Jus

Il Garante Privacy esprime parere positivo sul fascicolo sanitario elettronico

Il Garante per la protezione dei dati personali ha espresso parere favorevole su uno schema di decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri per la realizzazione del fascicolo sanitario elettronico (FSE). Il testo prevede che il paziente sia informato chiaramente e possa decidere a) se dare il consenso alla realizzazione del proprio FSE; b) in caso di esito positivo, se dare il consenso per finalità di cura (in mancanza il fascicolo potrà essere utilizzato solo per finalità di monitoraggio, programmazione e ricerca, con le dovute garanzie di anonimato); c) se far inserire nel FSE alcune informazioni di particolare delicatezza (sieropositività, interruzione volontaria di gravidanza, violenza sessuale, pedofilia, uso di sostanze stupefacenti, parto in anonimato). Gli accessi dovranno essere tracciabili e la consultazione del FSE dovrà essere limitata al personale sanitario che abbia in cura effettivamente il paziente, e solo per il tempo necessario.

n° 1092 - giovedì 26 giugno 2014
vai alla fonte Garante per la protezione dei dati personali
tag Garante privacy | Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE) | Informativa | Consenso | Dati personali | Dati sanitari | Dati sensibili | Tutela dei dati personali | Codice privacy | D.Lgs. 196/2003



© 2004/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0