ARGeNtWEB

Flash-Jus

Sei specializzando in medicina? Niente mantenimento!

La Suprema Corte di Cassazione Civile, con sentenza 22/05/14 n. 11414, si è pronunciata in materia di mantenimento del figlio maggiorenne non ancora economicamente autosufficiente. Nel caso affrontato, una coppia di coniugi giunge al divorzio e si pone la questione del mantenimento per i due figli, di cui una già maggiorenne e specializzanda in medicina. In primo grado il Tribunale aveva negato il mantenimento della giovane ritenendola autosufficiente e non del tutto priva di reddito derivante dal compenso percepito durante la specializzazione. La Corte d'Appello aveva sovvertito la decisione di primo grado, ma la Cassazione, facendo riferimento all'art. 40 del d.lgs. n. 368/1999, ha dato pienamente ragione al padre affermando che l'impegno richiesto per la formazione specialistica è pari a quello previsto per il personale medico del servizio sanitario nazionale a tempo pieno. La Cassazione ha richiamato, inoltre, un proprio precedente (sentenza 8/08/2013 n. 18974) in cui si chiarisce che il contratto di specializzazione contiene prestazioni analoghe a quelle del personale dipendente, con obbligo per lo Stato di adeguata remunerazione.

n° 1093 - giovedì 26 giugno 2014
vai alla fonte Altalex
tag Separazione | Divorzio | Assegno di mantenimento | Figli | Famiglia



© 2004/19 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0