ARGeNtWEB

Flash-Jus

Testi universitari: fotocopiare si, commerciare no!

La Corte di Cassazione, con sentenza depositata il 29/10/2014, ha ribadito che la riproduzione di testi o volumi, mediante fotocopiatura o sistemi analoghi, costituisce reato ai sensi dell'art. 171 ter comma 2, nella particolare forma aggravata, quando l'opera letteraria viene abusivamente riprodotta per trarne profitto. Gli Ermellini, in particolare, sono intervenuti in una vicenda in cui l'imputata, titolare di un esercizio commerciale, era stata condannata dalla Corte territoriale a causa del rinvenimento, presso il suo negozio, di 29 testi universitari fotocopiati e addirittura un hard - disk contenente 1560 testi di diversi autori. Proprio tale ultimo elemento ha convinto i Giudici a confermare la sentenza contro la donna, che aveva fatto ricorso sostenendo che le fotocopie venivano fatte a sua insaputa dagli studenti.

n° 1141 - giovedì 6 novembre 2014
vai alla fonte Il Sole 24 Ore
tag Corte di Cassazione Penale | Reato | Università | Fine di lucro | Fotocopie



© 2004/21 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0