ARGeNtWEB

Flash-Jus

La Cassazione pone fine al "caso Eternit"

Con sentenza n. 7941 del 23 febbraio 2015, la I sezione della Corte di Cassazione ha reso note le motivazioni della decisione presa all'udienza del 19 novembre 2014 con la quale aveva già dichiarato prescritto il reato di disastro e cancellato i risarcimenti previsti per le parti civili.
In particolare la Cassazione ha spiegato che, sebbene la ricostruzione fornita dalla Corte di Appello nel tentativo di non permettere la prescrizione del reato sia umanamente condivisibile, non lo è giuridicamente. La consumazione del reato, infatti, non può protrarsi oltre la data di cessazione delle attività produttive da parte dello stabilimento.

n° 1206 - giovedì 26 febbraio 2015
vai alla fonte Altalex
tag Corte di Cassazione | Prescrizione | Reato | Diritto penale | Danno | Risarcimento del danno



© 2004/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0