ARGeNtWEB

Flash-Jus

Occhio al cartellino: nuovo vademecum del Garante

Il nuovo vademecum predisposto dal Garante per la protezione dei dati personali, con linguaggio semplice ed immediato, spiega il delicato tema della tutela della privacy sul posto di lavoro sia in ambiente pubblico che in ambiente privato, provando a porre fine ai molteplici scontri tra lavoratori e datori di lavoro. Il vademecum, inoltre, spiega che i dati dei lavoratori vanno comunque trattati rispettando le norme in materia di privacy; ad esempio non è necessario che il cartellino del lavoratore contenga tutti i dati anagrafici dello stesso, ma basta il nome seguito dal ruolo che il soggetto ricopre. È, inoltre, analizzata la possibilità di controllare i lavoratori a distanza, mediante videosorveglianza e geolocalizzazione.

n° 1241 - giovedì 21 maggio 2015
vai alla fonte Garante Privacy
tag Lavoro | Diritti | Garante | Garante privacy | Tutela dei dati personali | Dati personali | Trattamento dati personali | Lavoratore | Videosorveglianza | Privacy | Geolocalizzazione | Diritti dei lavoratori | Lavoro subordinato



© 2004/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0