ARGeNtWEB

Flash-Jus

Consigli pericolosi, rischia anche il commercialista

Il commercialista che tiene la contabilità al suo cliente ha l'obbligo di dare consigli improntati ai principi di correttezza e leale collaborazione con il Fisco. In caso contrario, secondo quanto disposto dalla Corte di Cassazione con la sentenza n. 24967/2015, il professionista rischia il sequestro dei beni, configurandosi come istigatore de reato di dichiarazione infedele. Secondo i giudici, e questa è la grande novitá, il sequestro dei beni non si collega all'arricchimento personale, ma alla complicità per non aver impedito l'azione delittuosa del contribuente infedele.

n° 1267 - giovedì 2 luglio 2015
vai alla fonte Fisco oggi
tag Corte di Cassazione | Fisco | Contribuente | Professionista | Reato | Agenzia delle Entrate | Diritto tributario | Diritto penale | Tasse



© 2004/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0