ARGeNtWEB

Flash-Jus

Operazioni fantasma, occhio all'ultima fattura

Nell'ipotesi in cui un imprenditore emette nel medesimo periodo d'imposta più fatture o documenti contabili inesistenti, avvalendosi anche di aziende diverse, quando si prescrive il reato di emissione di fatture false? Lo ha chiarito la Corte di Cassazione con la sentenza n. 27849/2015, risolvendo un dubbio che si trascinava da diverso tempo in giurisprudenza. Secondo gli "Ermellini" non rileva il momento dell'accertamento ma bensì quello dell'emissione dell'ultima fattura, trattandosi di un unico disegno delittuoso e quindi di un unico reato.

n° 1274 - giovedì 9 luglio 2015
vai alla fonte Fisco più
tag Corte di Cassazione | Reato | Cassazione penale | Fisco | Avviso di accertamento | Prescrizione | Imprenditore | Diritto penale



© 2004/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0