ARGeNtWEB

Flash-Jus

Risposta al questionario, la Cassazione salva il contribuente

Le informazioni fornite dal contribuente a seguito dell'invio di un questionario da parte degli Uffici dell'Amministrazione Finanziaria devono essere prese in considerazione anche nell'eventuale fase del contenzioso. A stabilirlo è la Corte di Cassazione con la sentenza n. 14190/2015, con la quale i giudici hanno bocciato il ricorso dell'Agenzia delle Entrate, annullando di fatto un avviso di accertamento che non aveva tenuto conto di quanto era già emerso in fase istruttoria. Secondo i giudici, non possono essere valutate a vantaggio del contribuente solo quelle informazioni che non sono state fornite con il questionario e che, invece, vengono allegate per la prima volta durante il processo.

n° 1280 - giovedì 16 luglio 2015
vai alla fonte Fisco più
tag Corte di Cassazione | Fisco | Agenzia delle Entrate | Avviso di accertamento | Diritto tributario | Nullità



© 2004/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0