ARGeNtWEB

Flash-Jus

"Sì" all'assegno divorzile per la moglie lavoratrice

La Corte di Cassazione, nell'ordinanza n. 19780/2015, ha statuito che l'assegno di divorzio è attribuito all'ex moglie anche se svolge lavori saltuari, perché lo scopo dell'assegno è di garantire il medesimo tenore di vita che si aveva durante il matrimonio. Nel caso in cui la casa coniugale non sia concessa alla moglie, la somma dell'assegno aumenta.
La questione è sorta in virtù di un ricorso effettuato da un uomo che non intendeva più corrispondere all'ex moglie l'assegno mensile.

n° 1292 - giovedì 29 ottobre 2015
vai alla fonte Corte di Cassazione
tag Assegno divorzile | Corte di Cassazione | Divorzio | Matrimonio | Coniugi



© 2004/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0