ARGeNtWEB

Flash-Jus

Postino sommerso dalle lettere... interviene la Cassazione

L'attività di consegna della posta può essere molto faticosa, soprattutto se la corrispondenza da consegnare è numerosa e il giro di recapito da compiere è esclusivamente a piedi. Ne sa qualcosa una postina che, costretta a servire una zona urbana preclusa ai mezzi di locomozione, ha lamentato una lesione fisica causata dal continuo "trascinamento" del borsone in spalla. La Corte di Cassazione, con sentenza n. 23784/2015, ha confermato l'orientamento dei giudici di merito, riconoscendo l'obbligo, in capo al datore di lavoro, di risarcimento del danno causato dall'espletamento delle mansioni lavorative.

n° 1314 - giovedì 3 dicembre 2015
vai alla fonte Diritto del lavoro
tag Corte di Cassazione | Diritto del lavoro | Rapporto di lavoro | Datore di lavoro | Lavoratore | Infortuni sul lavoro | Sicurezza nei luoghi di lavoro | Lavoro | Poste | Servizio postale | Danno | Risarcimento del danno | Risarcimento



© 2004/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0