ARGeNtWEB

Flash-Jus

Le Sezioni Unite intervengono sul diritto a non nascere se non sani

Con sentenza n. 25767 del 22 dicembre 2015 la Suprema Corte di Cassazione a Sezioni Unite ha sciolto un nodo molto dibattuto in ambito di responsabilitą medica stabilendo che il nato con disabilitą non č legittimato ad agire per il danno da "vita ingiusta" poichč l'ordinamento non riconosce il "diritto a non nascere se non sano".In particolare i genitori di una bambina affetta da sindrome di down avevano chiesto alla struttura sanitaria il risarcimento dei danni sofferti dagli stessi e dalla bambina in quanto i medici, nel corso degli esami, non avevano riscontrato la patologia. I genitori sostenevano che, qualora correttamente informati, non avrebbero portato avanti la gravidanza. La Cassazione, pur accogliendo la richiesta del risarcimento del danno patito dai genitori, ha negato il riconoscimento dei danni da "vita ingiusta" subiti dalla figlia.

n° 1332 - giovedģ 11 febbraio 2016
vai alla fonte Nel diritto
tag Corte di Cassazione | Danno | Genitori | Risarcimento del danno | Sanitą | Responsabilitą medica | Medico | Ospedale | Responsabilitą civile



© 2004/20 Universitą degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0