ARGeNtWEB

Flash-Jus

FB: monito della Polizia Postale alle mamme cadute in "rete"

La gestione dei social è letteralmente "sfuggita di mano" agli utenti che postano oramai ogni attimo sui propri profili. Per iniziare bene la giornata, ad esempio, è necessario "condividere" la colazione, poi il pranzo, l'uscita con gli amici... e naturalmente i grandi eventi come la nascita di un figlio. La semplicità con cui si "condivide", tuttavia, non rende immediatamente tangibile il pericolo che si può correre nel postare particolari foto, come quelle dei bambini. È capitato alle "social mamme" di Facebook che hanno alimentato una catena di Sant'Antonio che prevedeva la condivisione di tre foto con i rispettivi figli per eleggere la migliore delle mamme. Immediato il monito della Polizia Postale che ha interrotto la catena evidenziando i possibili rischi che potrebbero correre le mamme postando immagini proprie e dei loro figli quali ad esempio: la pedopornografia, la violazione della privacy a discapito della tutela dei minori e dei genitori stessi.

n° 1337 - giovedì 25 febbraio 2016
vai alla fonte Commissariato di P.S. online - Sportello per la sicurezza degli utenti del Web
tag Polizia postale | Social Network | Condivisione | Post | Minori | Genitori | Privacy



© 2004/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0