ARGeNtWEB

Flash-Jus

Sicurezza sul lavoro senza... scelta!

Tra gli obblighi principali del datore di lavoro vi è quello di garantire la sicurezza sul lavoro per i propri dipendenti. Come chiarito dai giudici della Corte di Cassazione con la sentenza n. 4325/2016, tale obbligo comporta anche che lo stesso datore di lavoro debba indirizzare il lavoratore verso quei presidi di sicurezza che offrono maggiori tutele dai rischi professionali. I giudici hanno infatti evidenziato che l'imprenditore, quando ha a disposizione più sistemi antiinfortunistici, oltre ad adottare quello più idoneo a garantire un maggior livello di sicurezza, deve scegliere quello per il quale incida di meno la scelta discrezionale del lavoratore, considerando che è pur sempre possibile una non corretta scelta da parte di quest'ultimo.

n° 1339 - giovedì 25 febbraio 2016
vai alla fonte Persona e danno
tag Corte di Cassazione | Diritto del lavoro | Datore di lavoro | Infortuni sul lavoro | Sicurezza nei luoghi di lavoro | Lavoratore | Lavoro | Diritti dei lavoratori



© 2004/19 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0