ARGeNtWEB

Flash-Jus

Le Sezioni Unite si pronunciano sul riconoscimento del titolo di avvocato conseguito in un Stato membro

Le Sezioni Unite della Corte di Cassazione, con sentenza n. 5073/2016, hanno stabilito che l'avvocato che abbia acquisito la qualifica professionale in altro Stato membro dell'Unione Europea può ottenere la dispensa dalla prova attitudinale: a) se abbia esercitato la professione forense in Italia in modo effettivo (quindi non formale o fittizio) e regolare (nel rispetto, cioè, della legge forense e del codice deontologico); b) per un durata di almeno un triennio (scomputando eventuali periodi di sospensione) da conteggiare a partire dalla data di iscrizione nella sezione speciale dell'albo degli avvocati; c) con il titolo professionale di origine.

n° 1343 - giovedì 17 marzo 2016
vai alla fonte Lavoro Fisco
tag Corte di Cassazione | Sezioni Unite | Diritto del lavoro | Professioni | Avvocato | Abilitazione Professione



© 2004/19 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0