ARGeNtWEB

Flash-Jus

Modifiche al Codice in materia di protezione dei dati personali

Tra le novità introdotte dalla L.183/2010, che contiene numerose norme di riforma della Pubblica Amministrazione, ci sono anche quelle in materia di trattamento dei dati personali, relative alle comunicazioni effettuate da soggetti pubblici. Le modifiche agli artt. 1 e 19 Codice Privacy nascono dall'esigenza di bilanciare il principio di trasparenza nello svolgimento delle funzioni pubbliche nella P.A. con la necessità di tutelare la riservatezza dei dati personali. Dalla lettura della norma di cui all'art. 19 D.Lgs. 196/2003, come modificato, si evince che saranno oggetto di protezione soltanto le notizie concernenti la riservatezza dei dati strettamente personali di chiunque sia addetto a una funzione pubblica, come ad esempio lo stato di salute, o comunque dati che rivelino informazioni sensibili, mentre le notizie concernenti lo svolgimento delle prestazioni e la relativa valutazione sono rese accessibili dall'amministrazione di appartenenza.

n° 135 - giovedì 25 novembre 2010
vai alla fonte Garante per la protezione dei dati personali
tag Novità normative | Privacy | Dati personali | Dati sensibili | Tutela dei dati personali | Riservatezza | Codice privacy | D.Lgs. 196/2003 | Legge 183/2010 | Lavoro | Pubblica amministrazione | Funzione pubblica



© 2004/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0