ARGeNtWEB

Flash-Jus

Chi lo ha visto? Il lavoratore "sparisce" e il datore lo licenzia

Il mancato invio del certificato medico attestante un intervento chirurgico subito consente al datore di lavoro di procedere legittimamente al licenziamento di un suo dipendente. Infatti, secondo quanto statuito dai giudici di merito e poi dalla Corte di Cassazione (con sentenza n. 6900/2016), la mancata comunicazione dell'assenza, prolungatasi per oltre un mese, e la mancata trasmissione dei giustificativi medici, nonostante i ripetuti solleciti, determinava nel datore di lavoro il legittimo affidamento sulla mancanza di volontà del dipendente a proseguire il rapporto di lavoro in essere. Pertanto il datore, che assumeva anche un nuovo lavoratore, procedeva legittimamente al licenziamento del dipendente "scomparso".

n° 1355 - giovedì 14 aprile 2016
vai alla fonte Diritto.it
tag Corte di Cassazione | Diritto del lavoro | Lavoro



© 2004/19 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0