ARGeNtWEB

Flash-Jus

Contribuenti contro cartelle, nuovo round

Tra i motivi più ricorrenti per eccepire l'efficacia di una cartella di pagamento vi è sicuramente la doglianza sulla mancata notifica dell'atto impositivo. La Corte di Cassazione, con sentenza n. 6887/2016, ha precisato che è onere del concessionario provare l'avvenuta notifica della cartella, anche se sono trascorsi più di cinque anni. Infatti, secondo i giudici di legittimità, EquitaIia deve sempre esibire la relata di notifica o l'avviso di ricevimento, in quanto il riferimento al quinquennio, fatto nella normativa tributaria, è valido solo a fini amministrativi e organizzativi, mentre in chiave processuale si applica sempre l'art. 2697 c.c. in tema di onere della prova.

n° 1363 - giovedì 21 aprile 2016
vai alla fonte Diritto.it
tag Corte di Cassazione | Fisco | Cartella di pagamento | Equitalia | Notifica



© 2004/19 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0