ARGeNtWEB

Flash-Jus

Sotto il casco... un rapinatore

L'utilizzo di occhiali da sole e di un casco da motociclista, durante una rapina, determinano l'applicazione dell'aggravante di "travisamento" a carico dell'imputato del reato di rapina. È quanto ha deciso la Corte di Cassazione con sentenza n. 17397/2016. Secondo i giudici, la circostanza per la quale la vittima del reato abbia in seguito riconosciuto il rapinatore non rileva, in quanto il travisamento consiste comunque in un'alterazione dell'aspetto fisico atto a rendere difficoltoso il riconoscimento, a prescindere dall'effettiva identificazione del malvivente.

n° 1372 - giovedì 5 maggio 2016
vai alla fonte Diritto.it
tag Corte di Cassazione | Reato | Rapina | Aggravante | Processo penale



© 2004/21 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0