ARGeNtWEB

Flash-Jus

Il 18 sulla ruota del pubblico impiego

La Corte di Cassazione fa chiarezza definitivamente in materia di licenziamento dei pubblici impiegati. Con la sentenza n. 11868/2016 i giudici hanno chiarito che la legge cosiddetta "Fornero" non trova applicazione per i lavoratori pubblici. Pertanto, in caso di licenziamento senza giusta causa pronunciato ai danni di un lavoratore pubblico, il giudice dovrà pronunciarsi obbligatoriamente per la reintegra, così come previsto dall'art.18 dello Statuto dei Lavoratori. Per i dipendenti privati, invece, nel caso di mancanza di giusta causa, non sarà sempre applicabile la tutela reale della reintegrazione nel posto di lavoro ma, a seconda dei casi, potrà essere prevista una tutela esclusivamente risarcitoria.

n° 1401 - giovedì 16 giugno 2016
vai alla fonte Diritto.it
tag Corte di Cassazione | Diritto del lavoro | Lavoro | Licenziamento | Statuto dei lavoratori | Giusta causa | Lavoratore | Rapporto di lavoro | Giustificato motivo oggettivo



© 2004/19 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0