ARGeNtWEB

Flash-Jus

Agcom vs. Whatsapp!

L'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha avviato due procedimenti nei confronti di Whatsapp per delle violazioni del Codice del Consumo. Il primo procedimento è finalizzato ad accertare se WhatsApp abbia indotto gli utenti ad accettare le nuove condizioni contrattuali del servizio circa la condivisione dei propri dati personali con Facebook, facendo loro credere che altrimenti non avrebbero potuto utilizzare l'app. Il secondo procedimento istruttorio è diretto a verificare la presenza di clausole vessatorie all'interno dei "Termini di utilizzo" circa la facoltà di modifiche unilaterali del contratto da parte della società, il diritto di recesso stabilito solo per il professionista, le esclusioni e le limitazioni di responsabilità a suo favore, le interruzioni ingiustificate del servizio e il Foro competente per le controversie.

n° 1428 - giovedì 3 novembre 2016
vai alla fonte Diritto e Giustizia
tag AGCOM | Codice del consumo | App | Tribunale | Clausola vessatoria



© 2004/19 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0