ARGeNtWEB

Flash-Jus

Le SS.UU. decidono la sorte delle statuizioni civili dopo il D.Lgs. 7/2016

Con sentenza n. 46688 del 07/11/2016 le SS.UU. della Suprema Corte di Cassazione hanno sciolto un nodo che ha creato non pochi contrasti tra le varie sezioni della stessa Corte all'indomani dell'entrata in vigore del D. Lgs. 7/2016.
In particolare le SS.UU. hanno stabilito che, in caso di sentenza di condanna per un reato poi abrogato ex D.Lgs 7/2016, il giudice dell'impugnazione, nel dichiarare che il fatto non è più previsto come reato, dovrà revocare i capi della sentenza che concernono gli interessi civili. Al contrario, il giudice dell'esecuzione revocherà la sentenza di condanna, lasciando ferme le disposizioni e i capi che concernono gli interessi civili.

n° 1448 - giovedì 15 dicembre 2016
vai alla fonte Altalex
tag Corte di Cassazione Penale | Depenalizzazione | Sezioni Unite



© 2004/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0