ARGeNtWEB

Flash-Jus

È nulla la cartella esattoriale notificata a mezzo PEC priva di firma digitale

La notificazione della cartella di pagamento come file .pdf, da parte dell'Agente della Riscossione, è illegittima perché, in assenza di documento sottoscritto con firma digitale, non è garantita la conformità del documento informatico all'originale. Questo quanto stabilito dalla Commissione Tributaria Provinciale di Milano, sezione I, con la sentenza n. 1023, pubblicata il 3 febbraio 2017, che, ritenendo che il semplice file .pdf non può qualificarsi idoneo a garantire, con assoluta certezza, da una parte l'identificabilità del suo autore e la paternità dell'atto e, dall'altra, la sua l'integrità e immodificabilità, ha annullato la cartella esattoriale notificata tramite la posta elettronica certificata e non sottoscritta digitalmente.

n° 1487 - giovedì 25 maggio 2017
vai alla fonte Il Quotidiano Giuridico
tag Informatica giuridica | Notifica | Notifica a mezzo PEC | Firma digitale | Posta elettronica certificata (PEC) | Cartella esattoriale | Nullità



© 2004/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0