ARGeNtWEB

Flash-Jus

Identità sessuale: mai fermarsi all'apparenza!

Con la sentenza n. 860/17, la I sez. civile del Tribunale di Treviso ha stabilito che, per modificare all'anagrafe il proprio sesso, non è necessario il preventivo intervento chirurgico. Quest'ultimo, infatti, secondo il giudice di merito costituisce l'ultimo "stadio", e non il primo, per consentire ad una persona di raggiungere il proprio equilibrio e benessere psico-fisico. Per questa ragione, il giudice di Treviso ha dato ragione ad un uomo a cui era stato negato il cambio di sesso all'anagrafe perché fisicamente ancora uomo e ha ordinato all'anagrafe stessa l'immediata rettifica.

n° 1501 - giovedì 29 giugno 2017
vai alla fonte Altalex
tag Identità sessuale | Rettificazione attribuzione sesso | Stato civile



© 2004/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0