ARGeNtWEB

Flash-Jus

No alcol... si party

Il titolare di un esercizio ove è possibile acquistare e consumare bevande alcoliche ha l'obbligo assoluto di vigilare che non venga somministrato alcool ai minori di anni sedici. Tale vigilanza risulta inderogabile anche se la somministrazione avviene per opera dei camerieri e all'insaputa del gestore dell'esercizio commerciale. È quanto ha stabilito la Corte di Cassazione con la sentenza n. 3028/2018, sottolineando che il reato di somministrazione di alcool ai minori ha natura di contravvenzione e quindi si configura, dal punto di vista psicologico, come mero reato colposo.

n° 1536 - giovedì 25 gennaio 2018
vai alla fonte Diritto Il sole 24 ore
tag Corte di Cassazione | Reato | Minori



© 2004/19 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0