ARGeNtWEB

Flash-Jus

Per la Consulta la "trasparenza" non può sempre prevalere

Con sentenza n. 20 del 21.02.2019 la Corte Costituzionale ha dichiarato l'illegittimità costituzionale dell'art. 14, co.1 bis, D.Lgs. 33/2013, nella parte in cui prevede che la PA debba pubblicare i dati relativi ai compensi percepiti ed i dati patrimoniali ricavabili dalle dichiarazioni dei redditi di tutti i dirigenti pubblici e non solo dei titolari di incarichi politici.
Secondo la Corte il legislatore ha violato il principio di proporzionalità, ex art. 3 Cost., ed ha precisato che nel caso di specie il principio di trasparenza della P.A. deve cedere innanzi al diritto di riservatezza dei dati personali.

n° 1568 - mercoledì 27 febbraio 2019
vai alla fonte Altalex
tag Corte Costituzionale | Illegittimità costituzionale | Trasparenza | Riservatezza



© 2004/21 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0